napoli legia varsavia 5-2

Napoli Legia Varsavia 5-2: apre Chalobah, poi Insigne, Callejon e doppio Mertens (FOTO)

Napoli Legia Varsavia nonostante l’ampio turnover, gli azzurri controllano agevolmente la gara contro i polacchi: prima gioia italiana per Nathaniel Chalobah

Nonostante l’ampio turnover, il Napoli controlla agevolmente tutta la gara disputata contro il Legia Varsavia: prima gioia italiana per Nathaniel Chalobah; la formazione di Sarri è l’unica squadra a punteggio pieno della fase a gironi.

Napoli Legia varsavia: gioia Chalobah

Napoli Legia VarsaviaGià ampiamente qualificato, il Napoli schiera una formazione inedita, con un centrocampo nuovo di zecca composta da Valdifiori, David Lopez e Chalobah; in attacco Insigne “falso nueve” affiancato da Mertens ed El Kaddouri. Il Legia avrebbe una pur minima speranza di qualificarsi, vincendo e sparando in un pareggio a Herning: la partita è tuttavia, fin da subito, dominata dal Napoli. Il gol però arriva solo al 32′: è la prima gioia in Italia per Nathaniel Chalobah, in prestito da Chelsea, che dribbla un avversario con un tunnel e conclude di potenza da 18 metri. Sbloccata la partita, comincia la girandola del gol: passano 7 minuti ed il Napoli raddoppia con Lorenzo Insigne, che sfrutta un’indecisione avversaria per insaccare comodamente. Il livello dell’avversario non è probante forse, ma lo spirito di squadra sembra ritrovato, ed il fatto che vi siano molte “riserve” è solo un segnale positivo in questo senso.

Record in Europa

Il secondo tempo rivede di nuovo il Napoli segnare su calcio da fermo, ancora una volta con Chiriches: il gol viene però annullato per fallo del difensore rumeno. Poco male per il Napoli, al 58′ siamo già sul 3-0: Mertens si invola sulla destra e serve al centro per il subentrato Callejon. Timidi segnali per gli ospiti: dopo qualche minuto Prijovic serve a centro area per Vranjes che batte Gabriel di piatto. Ma sta per cominciare il Dries show: al 66′ il belga finalizza con un destro al limite dell’area che sbatte sul palo alla destra del portiere; palo che viene colpito dopo 4 minuti da Callejon, non prima però che il folletto con il 14 mandi al manicomio due avversari in area e si veda parare la conclusione sulla linea.

Napoli Legia VarsaviaNon si fa mancare nulla per il suo esordio Chalobah, che si fa anche ammonire: il giovane è autore nel complesso di una prova più che sufficiente, mostrando prontezza anche nella fase passiva. Gli applausi però sono ancora per Mertens, che, prima del raddoppio del Legia con Prijovic, batte il portiere (incolpevole) con un destro da 26 metri che si insacca sul secondo palo. Napoli Legia 5-2, mentre Roma-Bate finisce 0-0: occhio però, l’Europa, non solo nel calcio, spesso mente.