Napoli Bologna

Napoli-Lazio 2-1: si sblocca Callejon, Milik e Fabian super

Il Napoli batte la Lazio 2-1 al termine di un partita per lunghi tratti gestita in toto

Napoli Lazio 2-1 | Ancelotti deve far fronte a numerose assenze, con le squalifiche di Koulibaly, Allan e Insigne a privarlo della colonna vertebrale della squadra. Opta per un atteggiamento leggermente più attendista, con una coppia centrale di difesa formata da Albiol e Maksimovic, mentre in mezzo al campo si posizionano Diawara e Fabian, con quest’ultimo autore di una prestazione dominante.

Le scelte del tecnico di Reggiolo si rivelano vincenti: alla Lazio viene lasciato margine senza consentirle di creare eccessivi pericoli (bravo Meret su Milinkovic Savic in apertura) ma sono gli azzurri a fare la gara e trovano fin da subito un Milik ispiratissimo. Il polacco lotta, serve, ma soprattutto conclude verso la porta, spesso senza troppa fortuna: al 12′ colpisce col mancino al volo ma trova la traversa a strozzare la sua gioia. Ci prova sempre il polacco, al 21′, ma il suo colpo di testa viene deviato a lato da Strakosha.

L’attaccante si rivela comunque fondamentale per sbloccare la gara, visto che fa benissimo da sponda per Mertens, che serve Callejon in profondità per il gol che sblocca la gara al 34′: la Lazio si dimostra ancora una volta avversario preferito per lo spagnolo, che sigla il suo 6° gol in carriera contro i biancocelesti. Raddoppio napoletano dopo 3 minuti e stavolta il merito è tutto di Milik: il polacco calcia da punizione in quella che sta diventando la sua mattonella preferita a la piazza al di sopra della barriera dopo il portiere non può arrivare.

Nella seconda frazione arriva il gol di Immobile ad accorciare le distanze: l’attaccante approfitta di un buco nella difesa ospite per farsi servire in area da posizione agevole a siglare il suo 11′ gol in campionato. Anche nella seconda frazione il Napoli non è particolarmente fortunato e colpisce altri due legni con Fabian (57′) e Callejon (64′). L’espulsione di Acerbi al 70′ però taglia le speranze dei biancocelesti, che non possono riversarsi in avanti alla ricerca del pareggio senza un minimo di copertura. Ci provano negli ultimi minuti, ma il risultato non cambia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *