Napoli, la Scala si tinge d’azzurro

Quarta vittoria consecutiva e primato confermato.

di Diego Scarpitti

Milan-Napoli 1-2. Prestazione sontuosa e pragmatica dei partenopei, che vincono a San Siro nel posticipo domenicale. L’ultimo successo risale a 27 anni fa. Era il 13 aprile 1986. In campo il “Signore del calcio” Diego Armando Maradona, autore del gol decisivo. Allora come stasera identico risultato. E seconda rete siglata da un argentino.

Napoli in versione Gulliver. Milan lillipuziano. Lo spessore dei giganti azzurri riduce e ridimensiona i padroni di casa. Il Diavolo viene ammansito e confinato all’inferno, in condizione di non nuocere. Una cottura a fuoco lento. Ma inesorabile.

Nei primi 5 minuti i guerrieri di Benitez possono già portarsi sul risultato di 0-3. Se solo Hamsik, Behrami e Higuain non sbagliassero la mira. Di poco fuori bersaglio.  Al 6’ una punizione di Callejon serve Albiol, che di testa consente al suo vicino di reparto Britos di insaccare. L’uruguaiano porta in vantaggio il Napoli.

La reazione dei rossoneri è affidata al solito Balotelli, che però predica nel deserto. Il 45 nazionale si carica sulle spalle i milanisti, ma da solo non riesce a perforare la muraglia avversaria.

Al 53’ raddoppio del Napoli con Higuain, con un tiro da fuori area, che sorprende Abbiati. Il centrocampo svizzero, affidato a Dzemaili e Behrami, tiene, non arretra, alza una diga. Reina para di tutto. Non si fa sorprendere neanche dagli undici metri al 70’. Lo spagnolo ipnotizza Balotelli, che sbaglia dopo 21 trasformazioni di seguito dal dischetto.

Il Mario italico di sinistro centra la traversa il minuto seguente. Al 91’ accorcia le distanze con un gol capolavoro a giro. Banti fischia e per le eccessive proteste Balotelli si fa espellere.

Per Costacurta la peggior partita del Napoli da inizio stagione. Non c’è da aggiungere altro. La notte continua ad essere azzurra. E il cuscino chiama. Non solo quello di Benitez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *