quota 100

Napoli scende in piazza: “Chiediamo alle istituzioni maggiore impegno”

Napoli scende in piazza e con striscioni e cartelli chiede agli “uomini delle istituzioni” maggiore vivibilità, sicurezza, tutela dei diritti degli abitanti

Napoli scende in piazza e con striscioni e cartelli esposti chiede agli “uomini delle istituzioni” maggiore vivibilità, servizi, sicurezza, tutela dei diritti degli abitanti.

Chiedono maggiore vivibilità, servizi, sicurezza, tutela dei diritti degli abitanti. Queste le ragioni che hanno portato in piazza numerosi comitati civici di Napoli sotto la denominazione di ‘La marea azzurra per Napoli‘. A piazza Dante si sono dati appuntamento cittadini del centro storico, del ‘salotto’ come Chiaia, dell’area commerciale di via Toledo, ma anche da periferie come Pianura. Tutti insieme per chiedere al Comune e alla Regione di pensare al bene dei napoletani.

 

Napoletani in piazza, Esposito: “Chiediamo un cambio di passo per migliorare la vivibilità”

napoli
“La marea azzurra”, i cittadini di Napoli scendono in piazza per chiedere maggiore attenzione alle istituzioni

Il cittadino non fa differenza nell’erogazione dei servizi tra Comune, Regione o Stato – ha spiegato Gennaro Esposito del Comitato per la Quiete e vivibilità cittadinaChiediamo agli uomini tutti che siedono nelle istituzioni maggiore impegno, un cambio di passo per migliorare la vivibilità. Le istituzioni devono iniziare a capire che si devono occupare seriamente dei cittadini“. Diversi gli striscioni e i cartelli esposti tra cui ‘Napoli alza la testa e alza la voce‘, ‘Beni comuni – incassi privati, grazie sindaco“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *