IMUN MIDDLE SCHOOL

Napoli IMUN MIDDLE SCHOOL 2018: “La Politica Internazionale vista con gli occhi dei più piccoli”

Oggi l’informazione è sempre più invasiva, anche per il proliferare dei canali social e di internet, che rilanciano massivamente le notizie, ancor più dei media tradizionali come tv e carta stampata.

Un flusso continuo di notizie e immagini accessibili a tutti, anche ai più piccoli. Noi adulti non possiamo non chiederci: come reagiscono i più piccoli a tutte queste informazioni? Come le elaborano, a scuola e fuori? Il progetto IMUN MIDDLE SCHOOL nasce con queste domande: cosa sanno i ragazzi Under 14 della politica internazionale, di temi come le crisi tra gli Stati, le guerre, il tema degli armamenti o delle crisi ambientali? Quanto sono interessati a quello che succede nel mondo? Ma soprattutto: come affronterebbero queste tematiche se loro stessi vestissero per un giorno i panni dei diplomatici che quotidianamente affrontano queste sfide? Come spesso accade con i più piccoli, le sorprese sono dietro l’angolo e, messi alla prova, possono sorprenderci per impegno ed entusiasmo, come accade sin dalle prime edizioni di Imun Middlle School.

Dopo l’enorme successo ottenuto con gli studenti delle Scuole Superiori e delle Università, il progetto IMUN, la più grande simulazione di processi diplomatici in Italia, si rivolge anche ai più piccoli, agli studenti delle scuole medie inferiori di Roma, Lazio e altre regioni italiane, che grazie a IMUN MIDDLE SCHOOL muoveranno i primissimi passi nel mondo della diplomazia internazionale.

IMUN MIDDLE SCHOOL si tiene a Napoli dal 10 al 12 Maggio e coinvolge centinaia di studenti delle medie inferiori della Campania.

IMUN MIDDLE SCHOOL Napoli 2018, giunta alla quinta edizione, è la prima e unica simulazione di processi diplomatici organizzata in Italia rivolta esclusivamente agli studenti delle scuole medie inferiori. Oltre 40 le scuole medie che partecipano, provenienti da Napoli e dalla Regione Campania, oltre 400 gli studenti coinvolti.

IMUN Middle School è un Model United Nations realizzato dall’associazione United Network con l’obiettivo di avvicinare i giovani italiani alle istituzioni internazionali. I Model United Nations sono simulazioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite o di altri multilateral bodies, nelle quali gli studenti approfondiscono e si confrontano sui temi oggetto dell’agenda politica internazionale indossando i panni di ambasciatori e diplomatici.

Nel rivestire questo ruolo, i delegati svolgono le attività tipiche della diplomazia: tengono discorsi, preparano bozze di risoluzione, negoziano con alleati e avversari, risolvono conflitti ed imparano a muoversi all’interno delle committees adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite.

Ogni delegate è chiamato ad approfondire i più importanti aspetti del paese che rappresenta in veste di ambasciatore. Lo studente deve conoscere la storia, la geografia, la cultura del paese rappresentato, e più in generale ogni aspetto utile rispetto al compito impegnativo cui è chiamato.

Gli studenti lavoreranno singolarmente rappresentando ciascuno uno dei 193 Stati membri delle Nazioni Unite. Durante le giornate di lavoro, i delegati discuteranno il topic in agenda sostenendo la posizione del paese rappresentato per arrivare alla stesura di una risoluzione che sarà poi votata dai partecipanti durante la Seduta Plenaria che sancisce la chiusura dei lavori.

I lavori si svolgeranno a Napoli secondo questo calendario:

* Giovedì 10 e venerdì 11 Maggio si terranno le simulazione degli studenti-ambasciatori in tre diverse locations nel capoluogo campano (in calce al comunicato in dettaglio orario e sedi);

* sabato 12 Maggio si svolgeranno la Sessione Plenaria e in seguito la Cerimonia conclusiva dell’edizione campana presso il Teatro Acacia.

Nel corso della Cerimonia verranno premiati i “Best Delegates” dell’edizione 2018 di IMUN MIDDLE SCHOOL Napoli. Saranno presenti tutti i giovani studenti, i docenti che li hanno accompagnati in questa importante esperienza formativa, i genitori e con loro molte personalità del mondo delle Istituzioni, tra i quali l’Assessore ai giovani e alle politiche giovanili Alessandra Clemente, l’Assessore all’istruzione e alla scuola Annamaria Palmieri, il Console Generale dell’Ucraina Viktor Hamotskyi, il Console onorario del Portogallo, Anna Maria Cusati.

IMUN si conferma una formula di grande successo, grazie all’interesse e all’entusiasmo di migliaia di studenti desiderosi di cimentarsi in un’esperienza formativa unica: diventare “ambasciatori e diplomatici per un giorno” per avvicinarsi al mondo della diplomazia e della cooperazione internazionale, per comprendere come funzionano le assemblee dell’ONU e delle più importanti organizzazioni internazionali.

I TEMI TRATTATI NELLE SIMULAZIONI E LE “STORIE” DEI PARTECIPANTI

Nel corso dei giorni di simulazione i partecipanti vestono i panni di ambasciatori e diplomatici, e trattano i temi della politica internazionale durante le simulazioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite o di altre sessioni di organizzazioni internazionali. Tanti gli argomenti che verranno affrontati e discussi nelle 3 Commissioni riunite, temi legati all’attualità più stringente.

Questi alcuni dei principali topic dell’edizione 2018: “garanzie per i rifugiati di assistenza sanitaria, istruzione e diritti politici”; “diritti dei bambini con genitori incarcerati”; “come cambiamenti climatici influiscono sull’identità culturale”; e ancora contrasto al traffico di armi, lotta alla fame e molto altro.

Studenti italiani, italiani di seconda generazione, figli di immigrati e di rifugiati politici, provenienti dal nord e dal sud, dal centro e dalla periferie: IMUN MIDDLE SCHOOL è un mosaico di culture, storie, colori e identità che rispecchia pienamente la Scuola italiana di oggi. Così come tante sono le storie delle Scuole ed Istituti che partecipano con i loro ragazzi, scuole spesso molto diverse tra loro, che raccontano ognuna e a modo proprio uno spaccato di vita scolastica del nostro Paese e delle stesse città, paesi, quartieri in cui si trovano.

Sono anche queste le storie che IMUN ha raccontato, e racconta, nel corso delle varie edizioni, dando inoltre spazio a temi come la lotta al bullismo e alle discriminazioni.

Studenti che si mettono alla prova insieme e che nel corso delle simulazioni ONU si misurano anche con l’utilizzo esclusivo della lingua inglese, lingua ufficiale della diplomazia internazionale.

IL METODO EDUCATIVO: “LEARNING BY DOING”

Il progetto dei Model United Nations si articola in due fasi: una preparatoria in classe, durante la quale gli allievi studiano i temi e il modo in cui operare all’interno della simulazione; e una operativa basata sul metodo del learning by doing, in cui i delegati vestono il ruolo dei diplomatici all’interno del Model. Nel corso delle varie assemblee gli studenti “delegati” svolgeranno dunque tutte le attività tipiche della diplomazia: scriveranno e terranno discorsi, prepareranno bozze di risoluzione, negoziati con alleati e avversari, risoluzione di conflitti, impareranno a muoversi all’interno delle committees adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite.

L’impegno di United Network nell’ambito della formazione per studenti inizia diversi anni fa, un percorso che è stato un continuo crescendo di progetti e idee innovative culminate con il grande successo dell’edizione 2016, che ha portato in Italia l’Harvard WorldMUn, la più grande conferenza per studenti universitari esistente al mondo. L’evento, cui hanno partecipato più di 2500 studenti provenienti da 119 Paesi del mondo, si è concluso con l’udienza privata concessa da Sua Santità Papa Francesco, il quale ha voluto ricevere tutti i giovani partecipanti nella Sala Nervi in Vaticano.

CALENDARIO:

Giovedì 10 Maggio, ore 9.00 – 14.00

Sede delle simulazioni:

Sala e Antisale dei Baroni, Maschio Angioino, Napoli

Sala Gemito, Galleria Principe , Napoli

Venerdì 11 Maggio, ore 9.00 – 14.00

Sede delle simulazioni:

Sala e Antisale dei Baroni, Maschio Angioino, Napoli

Sala Gemito, Galleria Principe , Napoli

Sabato 12 Maggio

ore 10.30 – 12.00: Sessione Plenaria;

ore 12.30 – 13.30: Cerimonia di premiazione

Sede: Teatro Acacia (via Tarantino 10, Napoli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *