Napoli: esplode il fenomeno dei tassisti e dei trasporti abusivi

Esplode il fenomeno dei trasporti abusivi a Napoli. Il mondo dei tassisti è pieno di irregolarità e truffe.

Esplode il fenomeno dei trasporti abusi a Napoli

Sembra di leggere uno spaccato su tutto ciò che volevate sapere sui tassisti, ma non avevate mai osato chiedere. La Polizia Municipale di Napoli ha aperto, finalmente, una finestra su questo mondo fino ad ora impenetrabile: ciò che è stato trovato fa piangere, si è tornati a trent’anni fa.

“Tassinari fuori legge”, assicurazioni fasulle, gare clandestine, borseggi e molto altro ancora. Ciro Esposito, comandante della Polizia Municipale di Napoli ha già lavorato affinché si sospendessero 30 licenze la scorsa settimana.

Rivelazioni sconvolgenti di Gaetano Frattini sui trasporti abusivi

Coordinatore dei controlli in tal senso è stato il comandante Gaetano Frattini. Secondo quest’ultimo: “ogni tre macchine che fermiamo troviamo un irregolarità. Il livello di illegalità è altissimo. Parlo di piccole infrazioni ma anche di vere e proprie truffe. Abbiamo fermato un tassista a cui un mese fa era stata sospesa la licenza perché aveva un’assicurazione falsa  al nuovo controllo aveva una nuova assicurazione, ma sempre falsa. Gli abbiamo ritirato la licenza”.

Ma la truffa prediletta dei tassisti napoletani è l’assicurazione a chilometri. Nessuno dichiara realmente quanti chilometri ricopre e la mancanza di controlli rende ancora più proficua la truffa assicurativa. Solitamente la stipula dell’assicurazione a chilometri viene operata per telefono e a fiducia. Queste assicurazioni, dichiara Frattini, non sono più valide, in quanto non coprono tutti quei sinistri stradali al di fuori del risibile chilometraggio dichiarato.

Oltre alla sospensione delle 30 licenze la Polizia Municipale di Napoli ha aperto un’indagine sulla Compagnia assicurativa che dal Veneto stipula contratti telefonici.
Un’altro fascicolo è stato aperto sull’insorgere esponenziale dei taxi e degli scuolabus abusivi, i quali rilasciano, addirittura, titoli di viaggio e abbonamenti falsi.

Le zone più interessate da questo fenomeno sono il quartiere Arenella, Colli Aminei e tutto il Vomero Alto. In quest’ultima area, nell’ultima settimana, sono stati sequestrati 5 scuolabus privi di licenza, di cui gli autisti sono stati privati della Carta di circolazione. Nel quartiere di Poggioreale sono stati sequestrati 7 bus che svolgevano abusivamente il servizio del trasporto pubblico.