Napoli, domenica da dimenticare

Il Chievo si riconferma bestia nera degli azzurri

Fallimentare trasferta a Verona. Deludente la prova degli azzurri. Il Chievo batte il Napoli 2-0. Dramè al 12’ e Thereau al 43’ consentono ai clivensi di vincere l’intera posta in palio, aggiudicandosi 3 punti utili in chiave salvezza.

Continua il digiuno quaresimale di Cavani. Da sei partite la sua astinenza dal gol. In più il Matador fallisce al 58’ il rigore che avrebbe potuto riaprire l’incontro. Il viaggio in Terra Santa non è bastato a ritrovare serenità per l’uruguaiano, che oggi avrebbe fortemente voluto segnare, per dedicare la rete al figlio Lucas.

Il Chievo gioca la partita della vita. Non aspettava altro. Il numero 93 sigla la sua prima marcatura in serie A. Paloschi sembra una furia. Non solo colpisce la traversa ma sfiora più volte il colpo decisivo. Puggioni sugli scudi: un pomeriggio tutto da incorniciare, coronato dal penalty parato.

Esordio per Rolando. Inedita la difesa, priva di capitan Cannavaro e Britos. Il Napoli perde dopo quattro mesi e dieci risultati utili consecutivi. Sono ben cinque turni senza vittoria. “Una frenata che dispiace” l’ha definita un amareggiato Mazzarri, desideroso di ripartire già con l’Atalanta.

Trasferta amara al Bentegodi. Pandoro ancora indigesto. Juve a +9. Il Napoli, più che alzare lo sguardo, farebbe meglio a guardarsi le spalle. Il Milan incalza. Che il nuovo papa benedica il Napoli.

Diego Scarpitti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *