Napoli Dinamo Mosca Higuain

Napoli Dinamo Mosca 3-1 e magica tripletta di Higuain (VIDEO e FOTO)

Dovevano essere i minuti iniziali quelli di Napoli Dinamo Mosca su cui prestare attenzione, ma sono quelli che regalano una speranza agli uomini di Cherchesov

Dovevano essere i minuti iniziali quelli importanti di Napoli Dinamo Mosca, su cui prestare la maggiore attenzione, ma sono stati quelli che hanno regalato, alla fine dell’incontro, una speranza alla Dinamo di Cherchesov

Napoli Dinamo Mosca, partenza con handicap per i partenopei

Parte subito forte la Dinamo; dopo appena un minuto tiro da fuori di Zhirkov deviato da Andujar, ancora una volta schierato tra i pali. Corner e dopo appena due minuti russi in vantaggio con un deciso colpo di testa di Kevin Kuranyi, lasciato troppo solo al centro dell’area.

Da segnalare l’uscita anzitempo di Koulibaly, all’ottavo minuto, per infortunio, sostituito da Albiol, autore di una buona prestazione. La reazione del Napoli non tarda ad arrivare ed in paio di occasioni gli uomini di Benitez testano la difesa avversaria che appare sicura come la cortina di ferro dopo il 1989. Un buon Mertens che in più occasioni, sull’out sinistro, salta l’uomo, con i moscoviti a liberare a fatica. E’ ancora il belga sulla fascia a far impazzire la difesa russa. Al 24′ incursione di Dries sulla sinistra, palla a Ghoulam che, con un preciso cross, mette la sfera sul capoccione del nostro Gonzalo che ci libera da un incubo in cui eravamo entrati, facendoci gridare al gol. Tutto in parità ma con un gol pesante per i russi, che cominciano a rimediare tanti cartellini gialli.

Il giusto vantaggio

Signori e signori è sempre Mertens protagonista, è lui l’hombre del partido. Al 29′ dopo una triangolazione viene steso in area  Sul dischetto Gonzalo che di giustezza insacca sotto la traversa, con un tiro forte e centrale che porta in vantaggio il Napoli.

Secondo tempo e partenza con handicap per i russi

I russi iniziano il secondo tempo come avevano finito il primo, randellando i giocatori. Vittima al 46′ il povero Ghoulam che, sull’out di sinistra al limite del centrocampo, rimedia un calcione da Zobnin che costa a quest’ultimo la seconda ammonizione e il ristoro degli spogliatoi anzitempo.

Il terzo gol di Higuain

Si scrive Gonzalo si legge tripletta, a suggello di una prestazione perfetta. Palla a De Guzman che allarga per il proprietario stasera dell’out sinistro Mertens, che con una finta si accentra e con un tiro/passaggio colpisce De Guzman ma la palla arriva all’uomo della serata Higuain che, prima stoppa e di sinistro con un preciso drop ci regala la terza emozione, che ci fa balzare in piedi e rendere il ritorno meno ostico.

Napoli che contiene e moscoviti a sprazzi, con Higuain a cercare il poker, al 69′ ci prova da sinistra con un tiro a giro da 20 metri che sibila vicino all’incrocio e Mertens a saltare avversari che puntualmente lo atterrano.

Il ritorno di Camillo

All’81’ si rivede Camillo Zuniga che ritorna in campo sostituendo un Callejon alla ricerca del gol perduto. Il pubblica tributa al colombiano una caloroso applauso a voler sottolineare il recupero di un giocatore che tornerà utile per la parte finale del campionato e per gli impegni suoi tre fronti.

Russi che festeggiamo sugli spalti legati alla speranza del gol segnato in trasferta e tifosi napoletani felici della prestazione dei loro beniamini e dei tre gol segnati, tutti di marca Gonzalo. Spassibo Napoli, Mosca stiamo arrivando.

Foto di Pietro Mosca