Bullismo a Napoli: 14enne violentato con un compressore perché grasso

Grave episodio di bullismo a Napoli: tre 24enni violentano un ragazzino con un compressore causandogli gravi lacerazioni all’intestino

Un ragazzino di 14 anni è stato ricoverato urgentemente all’Ospedale San Paolo di Napoli, lo scorso martedì alle 19 circa, per gravissime lacerazioni all’intestino: l’ennesima vittima di bullismo. Succede a Pianura, in un autolavaggio, dove tre 24enni hanno cominciato a prendere in giro il ragazzino per poi bloccarlo denudarlo e violentarlo con un compressore ad aria per gonfiare pneumatici che gli ha causato perforazioni intestinali di seria portata.

Vittima di bullismo perché considerato grasso

Una violenza inaudita ai danni di un ragazzino solo perché in sovrappeso, e l’aggressione non è stata compiuta da una babygang, bensì da tre ragazzi di 24 anni e quindi ormai adulti. Quali sono i motivi che spingono ad agire con tanta rabbia e stupidità? “Mi hanno preso in giro perché sono grasso!“, ha ammesso il ragazzino dopo un’operazione delicatissima per perforazioni multiple al colon. Il 14enne versa ancora in pericolo di vita per l’ingente quantità di sangue che ha perso.

Arrestati per tentato omicidio

I carabinieri della stazione di Bagnoli hanno cominciato subito ad indagare ascoltando i familiari del giovane. Un 24enne, colui che è stato l’autore della violenza, è stato fermato e accusato per tentato omicidio, gli altri due giovani, sempre 24enni e fautori della violenza ai danni del ragazzino ricoverato, sono stati fermati e denunciati a piede libero per concorso in tentativo di omicidio.

Ecco come hanno commentato i parenti del 24enne arrestato