Napoli, Baby Gang: sventato raid punitivo all’ospedale San Paolo per vendicare l’onore dell’amico morto

Fermata baby gang che voleva vendicare l’onore di un loro amico morte in un incidente stradale il luglio scorso. Il loro coetaneo aveva parlato male di lui.

Nel tardo pomeriggio di giovedì 9 febbraio, gli agenti del commissariato Bagnoli e quelli del commissariato San Paolo, agli ordini rispettivamente dei dirigenti Raffaele Pelliccia e Pasquale De Lorenzo, hanno svenato un raid punitivo organizzato da una baby gang presso l’ospedale San Paolo. A riportare la notizia ilMattino.it.

Gli agenti sono intervenuti intorno alle ore 19.30 di giovedì 9, dopo una segnalazione fatta da una guardia giurata della struttura sanitaria. La baby gang a quanto pare stava salendo con fare minaccioso nei reparti dell’ospedale, in cerca di un loro coetaneo che, insieme ad alcuni giovani della sua comitiva, aveva parlato male dell’altro ragazzo deceduto a luglio. Il giovane si trovava presso la struttura ospedaliera per vegliare un amico coinvolto in un grave incidente stradale.

La baby gang era formata da una trentina di ragazzi e solo quattro sono stati fermati, uno di loro appena 15enne con addosso un coltello. Per quest’ultimo è scattata la denuncia a piede libero. Gli altre tre, tutti minori, sono stati affidati ai genitori.