Museo di Capodimonte: al via il ciclo di esposizioni “L’Opera si racconta”

Prende il via con il “Cristo in Croce”, del pittore fiammingo Anton Van Dyck, il ciclo di esposizioni “L’Opera si racconta” che, a Napoli, consentirà di scoprire le storie custodite nel Museo di Capodimonte

Prende il via con il “Cristo in Croce“, del pittore fiammingo Anton Van Dyck, il ciclo di esposizioni “L’Opera si racconta” che, a Napoli, consentirà di scoprire le storie custodite nel Museo di Capodimonte, storie di uomini e donne, luoghi e aneddoti, segreti del mestiere che attendono soltanto di essere raccontate per svelare la complessità dell’opera.

 

Museo di Capodimonte: presenta il primo dipinto Sylvain Bellenger

A presentare il primo dipinto e l’esposizione è il direttore del Museo, Sylvain Bellenger: “E’ un focus su una singola opera, un modo per conoscerla con l’attenzione necessaria in relazione al contesto in cui è nata. Sulla scia di Vermeer abbiamo deciso di inaugurare questo ciclo“. L’opera dialoga in sala, con tre disegni, tre incisioni e un’acquaforte (Autoritratto di Van Dyck), con i momenti più drammatici della narrazione evangelica. Dall’Elevazione della croce dello stesso Van Dyck a quella attribuito a Belisario Corenzio, alla Crocifissione di Dürer, alla Deposizione e la Pietà, attribuite rispettivamente a Perin del Vaga e Marco Pino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *