Muore Vujadin Boskov. Da allenatore anche un’esperienza al Napoli

Il tecnico serbo era malato da tempo. I maggiori successi sulle panchine di Real e Samp. Quattro anni anche a Napoli.

Lutto nel mondo del calcio: Vujadin Boskov, ex allenatore, è morto all’età di 82 anni, affetto da tempo da una grave malattia. Raggiunge i maggiori successi con Real Madrid (liga e coppa del Re) e Sampdoria (Scudetto).

Un’esperienza anche al Napoli.

Da allenatore il serbo ha legato il suo nome principalmente al campionato italiano, dove ha allenato Roma, Napoli (dal 1994 al 1996), Sampdoria, Perugia e Ascoli. Con i blucerchiati vinse lo scudetto nel 1991 e raggiunse la finale di Coppa dei Campioni nella stagione 1992, venendo sconfitto dal Barcelona, dopo quella persa da allenatore del Real Madrid contro il Liverpool nel 1981.

Celebri i suoi aforismi, come “è rigore quando arbitro fischia”, “Gullit uscì dall’area come cervo esce da foresta”, “non serve essere 15 quando tutti in propria area”, o “dopo pioggia viene sole”.