Muore soffocato dal laccio della felpa

Muore soffocato dal laccio della felpa dell’Avellino

Muore soffocato dal laccio della felpa. Un giovane di 22 anni in provincia di Avellino è stato ucciso dal laccio di una felpa che indossava.

Muore soffocato dal laccio della felpa. Un giovane di 22 anni in provincia di Avellino è stato ucciso dal laccio di una felpa che indossava.

Il filo si è stretto al collo, fino a soffocarlo. Le indagini non sono riuscite a stabilire se l’accaduto sia avvenuto durante il sonno o per un banale gioco. Anche se la prima appare l’ipotesi più probabile. Una morte che ha sconvolto l’intera comunità, di Cesinali, nell’Avellinese. Era voluto bene soprattutto dai tifosi cesinalesi dell’Avellino. Proprio la sua passione, proprio una felpa dell’As Avellino è stata l’arma di morte.

Muore soffocato dal laccio della felpa

Il giovane è stato trovato privo di vita nella sua camera da letto. Pare che sia stato il fratello a fare la scoperta, intorno alle due di notte, e ad allertare i soccorsi per cercare di rianimare il 22enne. Nulla da fare. Era ormai troppo tardi. Dopo i primi accertamenti, le indagini approfondite dei carabinieri della stazione di Aiello del Sabato hanno confermato la probabilità dell’incidente. Presa in considerazione anche l’ipotesi del suicidio, tuttavia la posizione del corpo sul letto e il laccio trovato al collo hanno fatto propendere gli inquirenti verso la tesi della fatalità ed escluso, per il momento, il coinvolgimento di terze persone. Sono stati ascoltati anche i familiari, per ricostruire le ultime ore del ragazzo e capire con precisione quanto avevano visto in attesa che arrivassero i soccorsi e i militari.