mundiaNapoli 2015

MundiaNapoli 2015, finale emozionante e tante sorprese

MundiaNapoli ha visto protagonisti 150 ragazzi. Interviste a Luigi de Magistris, Ciro Borriello, Fabio Cannavaro, Maria Mazza, Antonio Piccolo e Antonella Leardi

Applausi e grande entusiasmo al Torneo MundiaNapoli con una finale terminata in pareggio e trofeo assegnato ex aequo e con la sorpresa finale dell’arrivo di Fabio Cannavaro alla premiazione finale

MundiaNapoli 2015

E’ terminato ieri sera con una grande festa e mille sorprese il Mundialito organizzato dalla Fondazione Cannavaro Ferrara e la Scuola Calcio Arci Scampia in collaborazione con Comune di Napoli e FIGC, nato per promuovere lo sport come risorsa educativa, formativa, di integrazione e di riscatto sociale.

Il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, applaudendo e condividendo in pieno l’iniziativa, è ‘sceso in campo’ con i giovani atleti e ha dato il via al terzo tempo della finalissima.

Arci Scampia – Pasquale Foggia è poi finita con un pareggio 3-3, per un titolo che dunque è stato assegnato ex equo e meritatamente ad ambo le squadre.

Stupore e felicità all’arrivo dell’ex capitano della nazionale, campione del mondo e pallone d’oro Fabio Cannavaro non ha voluto far mancare il suo sostegno e il suo affetto ai tanti ragazzi presenti, un fuoriclasse che può essere solo di grande esempio – umano e sportivo – per tutti.

“Fare sport vuol dire socializzare, competere con un gruppo unito, superare le barriere legate al razzismo e al disagio economico e sociale –  ha dichiarato Fabio – ho girato il mondo e tante squadre e l’integrazione è uno dei principi alla base dello sport, ma anche della vita”. L’integrazione è anche uno degli slogan della manifestazione insieme ad ‘aggregazione’ e ‘azione’ come testimoniato da Paolo Cannavaro e Ciro Ferrara, gli altri due testimonial nel video ufficiale di MundiaNapoli 2015

C’era anche Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito colei che da Scampia e con coraggio -attraverso l’Associazione ‘Ciro Vive’ –  trasmette quotidianamente un messaggio di pace e di amore per un calcio sano ed una sana competizione educativa.

Sono intervenuti, tra gli altri il presidente Regionale FIGC, Vincenzo Pastore, i rappresentanti delle squadre e delle municipalità coinvolte oltre che due pedine fondamentali, determinate e fattive per la buona riuscita del progetto: il presidente Arci Scampia, Antonio Piccolo e Vincenzo Ferrara, direttore generale della Fondazione.

Apprezzamento per l’assessore allo sport al Comune di Napoli, Ciro Borriello, che dal palco ha annunciato di voler lavorare ad un nuovo torneo delle municipalità, proprio partendo dal successo di MundiaNapoli che si è appena concluso.

Targa consegnata a Maria Mazza, madrina della Fondazione Cannavaro Ferrara da 10 anni e un riconoscimento importante è andato infine all’Acquachiara, squadra di pallanuoto femminile neo promossa in A1 e simbolo di una Napoli vincente, che parte proprio da Scampia.

La serata, presentata e animata da Diego Sanchez è stata impreziosita dagli sketch comici di Maria Bolignano. Tutto l’evento è stato trasmesso in diretta sul web da Road Tv Italia.

Il torneo MundiaNapoli 2015 e la classifica finale

Ha coinvolto ben 150 ragazzi napoletani: giovani atleti gli 11 e i 12 anni d’età.

Un progetto realizzato grazie alla preziosa partnership sinergica tra pubblico, privato e associazioni sportive: Fondazione Cannavaro Ferrara Onlus, Scuola Calcio Arci Scampia, Comune di Napoli e FIGC: tutti uniti per promuovere la cultura dello sport come risorsa educativa, di relazione, di integrazione sociale ed etnica, favorendone il libero accesso agli adolescenti della città.

La semifinale per il 3° e il 4° posto tra Oratorio Don Guanella (Inghilterra) e Centro Ester (Francia) è stata vinta dal Centro Ester per 3-1

La FINALISSIMA delle ore 17 per il 1° e il 2° tra Arci Scampia (Germania) e Pasquale Foggia (Italia) si è conclusa 3-3 per una vittoria ex equo.