Morto commerciante, de Magistris: “è tutto il Paese che va messo in sicurezza”

Le dichiarazioni del sindaco Luigi de Magistris, dopo la morte del commerciante colpito ida un pezzo di cornicione caduto da un edificio di via Duomo

Le dichiarazioni del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, dopo la morte di Rosario Padolino, il commerciante di 66 anni colpito in maniera letale da un pezzo di cornicione caduto da un edificio di via Duomo a Napoli

Non è un tema napoletano. Se si vede quello che accade nel Paese, è tutto il Paese che va messo in sicurezza“. Così il sindaco, Luigi de Magistris, commenta – prima della cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria a Gianni Minà – la morte di Rosario Padolino, il commerciante di 66 anni colpito in maniera letale da un pezzo di cornicione caduto da un edificio di via Duomo a Napoli. “I sindaci in questo sono in prima linea – sottolinea,- anche quando si tratta di un edificio privato dove l’amministrazione non c’entra nulla.”

 

De Magistris: “si verificherà se ci sono responsabilità”

Ma io da sindaco d’Italia dico che il Paese tutto va messo in sicurezza perche’ gli edifici sono vecchi. E’ come una persona che diventa anziana o molto anziana e va curata. Come non ci sono le risorse per gli edifici pubblici, certe volte accade anche per quelli privati. Poi si verificherà – ha aggiunto – se in questo caso ci sono responsabilità. Ma ora mi fa tristezza vedere in atto operazioni di sciacallaggio politico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *