Davide Natale

Morte Davide Natale: si indaga per omicidio colposo

Si indaga per omicidio colposo per la morte del giovane 21enne, Davide Natale, deceduto dopo essere stato schiacciato da un pino nel pomeriggio di lunedì

Si indaga per omicidio colposo per la morte del giovane 21enne, Davide Natale, deceduto dopo essere stato schiacciato da un pino nel pomeriggio di lunedì nel quartiere Fuorigrotta

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio colposo in relazione alla morte dello studente di ingegneria Davide Natale, 21 anni, schiacciato da un grosso pino che nel pomeriggio di lunedì a causa del forte vento si è abbattuto su via Claudio, nel quartiere Fuorigrotta di Napoli, proprio mentre stavano passando Davide e un compagno di studi.

 

Aperto un fascicolo sulla morte di Davide Natale

Davide Natale
Davide Natale

Gli inquirenti avvieranno a breve accertamenti per approfondire gli aspetti relativi alla manutenzione della zona alberata circostante l’Istituto Motori del CNR di Napoli. Il grosso pino, infatti, si trovava proprio all’interno dell’area che ospita le strutture del CNR.

La città di Napoli tutta si stringe attorno alla famiglia di Davide Natale per questa morte così tragica, così drammatica, così assurda che viviamo nei nostri tempi dove questa mattina il bilancio è di nove morti per il terremoto atmosferico avvenuto nel nostro Paese”. Commenta così, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, la morte del giovane Davide Natale.

 

Morte Davide Natale, de Magistris: “Il Paese non investe in tecnologie adeguate”

Il primo cittadino lancia poi un monito al Governo e alla protezione civile: “Napoli non ha mai vissuto, per 5 ore consecutive un vento che superava i 100 km. Oggi abbiamo un bollettino da terremoto, un morto, feriti e diversi danni. Non siamo messi nel Paese di avere previsioni adeguate perché il bollettino ufficiale della protezione civile parlava di allerta gialla. Mi pare evidente che il Paese non investe in tecnologie adeguate per prevedere meglio quanto accade. Mi chiedo cosa deve aspettare il Governo, il Parlamento, per invertire la rotta dopo che cadono anche i ponti e si contano i morti”.

“Ora o questo Governo in questa legge di bilancio mette in atto azioni tese a rafforzare azioni per il nostro paese, verso il bene comune e mettere in condizioni chi amministra i territori con risorse, oppure quello che è accaduto ieri non è altro che la fotografia, seppur eccezionale, di una pagina che sta diventando ordinaria e abitudinaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *