Morire per amore. 23enne di Pozzuoli tenta il suicidio per una storia finita male

La ragazza era salita sulla rete di recinzione che delimita il viadotto della statale ss7Quater, all’altezza di Monteruscello, ed era pronta a lanciarsi nel vuoto. Salvata in extremis da due poliziotti in pattugliamento di routine

I poliziotti del commissariato di Pozzuoli l’hanno salvata in extremis, quando ormai la giovane era decisa a lanciarsi nel vuoto per porre fine alle sue sofferenze per una storia d’amore finita. Protagonista della vicenda una ragazza di 23 anni di Pozzuoli, che ieri sera era decisa a farla finita gettandosi dal viadotto della ss7Quater, all’altezza dello svincolo di Monteruscello. Lì i poliziotti l’hanno sorpresa, poco dopo le 21, durante un giro di routine, mentre, arrampicata sulla rete di protezione, era pronta a fare il salto nel vuoto.

I due agenti sono riusciti a trarla in salvo nonostante il suo stato psicologico fosse di estrema agitazione, e  nonostante la pioggia incessante che continuava a battere sulla strada. La ragazza è stata portata in ospedale, la famiglia allertata. I poliziotti l’hanno affidata alla cure del padre. Ora la giovane 23enne puteolana dovrà soltanto riprendersi dallo choc per aver tentato un gesto estremo, che dopo l’ennesima lite con il fidanzato, e la rottura definitiva, le era sembrata l’unica possibile via di scampo.