Il mondo punk sale in cattedra all’Università degli studi di Salerno

Per due giorni, il 26 ed il 27 aprile, il mondo punk sale in cattedra e, all’Università degli studi di Salerno, sarà protagonista di giornate di studio

Si parlerà della scrittura letteraria nell’opera degli Smiths ma anche del punk nelle opere di Irvine Welsh, si analizzerà l’ultimo testamento musicale e spirituale di Ian Curtis ma anche di come il punk incontra il folk nelle poetiche dei ‘Pogues‘. Per due giorni, il 26 ed il 27 aprile, il mondo punk sale in cattedra e, all’Università degli studi di Salerno, sarà protagonista di giornate di studio e di confronto.

 

Raccontare il punk e post-punk: gli incontri all’Università degli studi di Salerno

L’obiettivo è chiaro: raccontare il punk ed il post-punk. “Il nostro progetto si muove seguendo una natura bifronte – spiega Alfonso Amendola che ha promosso con Linda Barone la due giorni di studio – Da un lato la mediologia ed i consumi di massa e dall’altro la linguistica, l’analisi testuale. La priorità è di natura rigorosamente accademica, ma al contempo non vuol assentarsi dal dialogo verso il territorio“. E così docenti provenienti da tutta Italia ma anche scrittori, editor, videomaker, musicisti si alterneranno “per capire autori, poetiche, prassi dell’immaginario contemporaneo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *