Minore tolto alla madre: gli impediva di relazionarsi con il mondo esterno

Minore tolto alla madre a Napoli a causa di una serie di abusi. Al bambino, affidato alle cure del nonno, veniva impedito qualsiasi contatto con il mondo

Negava al figlio ogni contatto con familiari e amici, gli aveva imposto un rapporto esclusivo a due, gli impediva di relazionarsi con il mondo esterno, precludendogli addirittura di vedere il nonno e la sorella: delicato intervento a tutela di un ragazzino di 11 anni a Napoli, coinvolto in una vicenda personale e familiare di abusi e difficoltà, allontanato oggi dalla Polizia Municipale al termine di accertamenti partiti dopo la denuncia presentata dal nonno e dalla sorella maggiorenne.

 

Minore tolto alla madre: negato il diritto di andare a scuola

Al bimbo, è emerso dalle indagini, è stato negato anche il diritto di andare a scuola e di usare il cellulare. Quando gli agenti si sono recati nell’abitazione dove madre e figlio vivevano in solitudine, non hanno trovato in casa neppure le suppellettili. Le mura, bianche, erano state dipinte dalla donna con disegni ritenuti “inquietanti”. Il ragazzino portato a casa del nonno; alla madre con i servizi sociali, è stato poi prospettata la necessità di avviare un percorso di supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *