Merito e Ambiente. Meritocrazia a Matera

Si è concluso nella suggestiva cornice del meraviglioso “Palazzo Viceconte” di Matera, l’incontro organizzato dall’Associazione Meritocrazia Italiana sul tema: Merito e ambiente. Un legame inscindibile per la tutela del territorio e per lo sviluppo sostenibile. 

Numerosissima la partecipazione della società civile, tante le personalità del mondo delle Istituzioni, gli esponenti delle associazioni e gli imprenditori del settore agricolo che si sono confrontati sui temi all’ordine del giorno per tutelare e promuovere uno sviluppo che sia compatibile con le non più rinviabili esigenze dell’ambiente. Dopo il bilancio di fine anno sicuramente positivo (leggi articolo) si riparte nel 2020 nella Capitale della Cultura nell’anno 2019.

Venerdì 24 gennaio, nella sala del Palazzo Viceconte di Matera, si è tenuta la Direzione Nazionale dell’Associazione. Nella relazione introduttiva, il Presidente dell’Associazione, Avv. Walter Mauriello, ha dichiarato: “Meritocrazia Italia, procedendo nel solco già tracciato, intende formulare proposte di legge che, mediante una interlocuzione politica trasversale ed escludendo inutili critiche, consentano la ricerca di soluzioni concrete ai problemi, scevre da condizionamenti ideologici”.

Meritocrazia Italia, secondo la vocazione ribadita dalla Dirigenza, intende raffrontarsi con i cittadini, convinta che la politica debba cercare di comprendere le reali esigenze dei territori non soltanto in occasione delle campagne elettorali. La funzione di questa associazione, chiarisce la Direzione Nazionale, è quella di stimolare la società civile ad un nuovo impegno, convinta che solo le competenze di questo paese, impiegate nei luoghi giusti, possano contribuire ad un cambio di rotta non più rinviabile, attento alle reali esigenze di sviluppo.

Durante la direzione nazionale si è tenuta la consueta interlocuzione di CREA, la scuola Politica della Associazione, tenuta dall’Avv. Sergio Potenza, già assessore del comune di Potenza che ha portato la sua esperienza personale sul tema “amministrazione degli Enti Locali”

La giornata di ieri si è conclusa con l’intervento del Prof. Resciniti, direttore scientifico di CREA che ne ha illustrato l’organigramma, scadenzando i nuovi appuntamenti e preannunciando la creazione di “quaderni”, anche video, volti a raccogliere gli incontri che di volta in volta la Scuola celebrerà.

Nella giornata del 25 gennaio, dedicata al Merito e Ambiente, si è approfondito  il dibattito inerente la tutela dell’ambiente. Molti sono stati i relatori che hanno argomentato con riflessioni ed idee di gran rilievo. Sono intervenuti l’Avv. Paolo Patrizio e l’Avv. Manuela Lampitella, dirigenti di Meritocrazia, il presidente F.R.A.S Ciro Salzano, la Dott.ssa Carolina Innella della associazione ENEA, nonché l’imprenditore campano Esposito Oreste Amministratore della Ecolution srl, titolare di una eccellente impresa di prodotti biologici.

Ma di particolare interesse è risultato l’intervento del sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, che con la sua imparagonabile preparazione culturale ha commosso tutta l’aula, la quale gli ha dedicato una emozionante standing ovation. Il sindaco, innamoratosi dei principi e valori di Meritocrazia, ha altresì deciso di iscriversi alla associazione.

A concludere questi i due giorni di Merito e Ambiente sono state le considerazioni finali del Presidente dell’Associazione, l’Avv. Walter Mauriello, il quale ha risposto in modo moderato e puntuale alle incalzanti e molteplici domande del giornalista Romita.

Il Presidente ha evidenziato l’importanza del prodotto interno umano ed ha ricordato che meritocrazia è un viaggio che mira esclusivamente a costruire qualcosa di buono senza scavalcare nessuno, evitando consensi facili come quelli che si otterrebbero criticando le altre figure politiche: “Bisogna creare un sistema di equilibrio, eliminare le differenze di trattamento che spesso vengono proprio dalla politica. Meritocrazia si impegna al fine di dare parola ad ogni cittadino, dando ad ognuno di loro un megafono per far sentire la loro voce.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *