Mazzarri: “Napoli grande grazie a me. Avrei voluto Osvaldo, ora sono nerazzurro nel cuore”

L’ex tecnico azzurro ed attuale allenatore dell’Inter ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport, parlando della sua esperienza al Napoli e dell’attuale lavoro alla Pinetina

Walter Mazzarri, tecnico del Napoli dal 2009 al 2013 ed attuale ct dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Corriere dello Sport, parlando della sua attuale esperienza a Milano e del trascorso in terra partenopea. A Napoli il tecnico livornese ha conquistato due qualificazioni in Champions League e una Coppa Italia.

Napoli fuori dalla Champions

“Abbiamo centrato due anni la Champions e la prima stagione abbiamo affrontato la Coppa con quasi tutti giocatori esordienti” ha dichiarato Mazzarri. “Nonostante questo siamo stati eliminati, in maniera rocambolesca e ai supplementari, dal Chelsea che poi si è laureato campione d’Europa”.

Incontro con De Laurentiis

“Non c’è stata più l’occasione di rivedersi o risentirsi” ha proseguito il tecnico interista. “Abbiamo vissuto quattro anni di successi insieme. Con noi il Napoli è diventato grande, se dovessi incontrarlo lo saluterei senza problemi. Adesso sono nerazzurro nel cuore”.

Osvaldo possibile acquisto del Napoli

Sotto le direttive del ct livornese, il neo acquisto nerazzurro sarebbe potuto essere un obiettivo del Napoli: “Osvaldo è un giocatore che ho sempre voluto perché come caratteristiche mi piace molto. Con il Napoli tutti gli anni abbiamo pensato a lui, ma non c’è mai stata la possibilità di averlo”.

L’elogio di Pandev

“Le sue parole mi hanno fatto piacere” ha dichiarato Mazzarri.Ogni riconoscimento al mio lavoro è bello, soprattutto se arriva dai calciatori. Pandev veniva dall’Inter del triplete e nel nostro gruppo si è trovato bene. Non può essere un caso”.