A Materdei la giornata per la prevenzione dell’obesità

Sport e nutrizione si incontrano in una palestra del popoloso rione Materdei. Un team di medici e nutrizionisti ha fornito consigli alimentari e ha visitato un gran numero di ragazzi in maniera del tutto gratuita

Una bella giornata di solidarietà nel popoloso rione Materdei. Nella palestra Rocky Bulls, fiore all’occhiello del quartiere, sport e nutrizione si sono incontrati per offrire a tanti ragazzi del quartiere la possibilità di effettuare visite nutrizionali gratuite. L’iniziativa ha trovato anche la “benedizione” della II municipalità che ha rivolto un plauso alle associazioni che hanno dimostrato quanto sia importante l’apporto del settore privato nel coprire le mancanze dell’assistenza pubblica.

Gli organizzatori: “L’obesità va combattuta, a lungo andare può portare a malattie gravi”

Non tutti, infatti, possono permettersi le visite dei nutrizionisti o fare sport. La crisi economica colpisce sempre più le tasche dei napoletani e sono tanti, specie tra i giovani, che necessitano di consigli alimentari. “Abbiamo deciso di fare questa giornata – spiega Vincenzo Iadicicco, uno dei principali organizzatori della manifestazione – perché vogliamo tendere una mano alle tante persone che hanno bisogno e non possono permettersi visite mediche. L’obesità – continua Iadicicco, pluricampione di Tae Kwon Do – è uno dei mali sociali di questo secolo. Una malattia spesso trascurata che può portare a malattie più gravi quali, ad esempio, il diabete”.

Municipalità e associazioni unite per la rinascita del rione Materdei

L’iniziativa ha visto la partecipazione anche del consigliere della II municipalità Gianluca de Vincentis che ha ringraziato Iadicicco e i medici per l’opera prestata a favore dei ragazzi del quartiere. Proprio i più giovani, infatti, sono stati tra i principali soggetti interessati alla manifestazione. Un segnale incoraggiante se si pensa che in paesi come gli Usa l’obesità, specie giovanile, è frutto della cattiva informazione alimentare. “Siamo contenti di questa giornata – ha dichiarato il consigliere de Vincentis – anche perché il rione Materdei è un posto dove non ci sono grandi luoghi di aggregazione per i giovani. Iniziative simili all’interno delle palestre possono fare da polo attrattore per un quartiere che non vuole essere più solo un dormitorio, ma vuole vivere e vuole essere vissuto dalla popolazione 24 ore su 24”.