Massimo Troisi protagonista di due murales a San Giorgio a Cremano

Massimo Troisi protagonista di due murales a San Giorgio a Cremano

San Giorgio a Cremano sta lavorando al progetto di decorare superfici pubbliche e private con graffiti e murales che rappresentino il territorio campano.

A San Giorgio a Cremano la vita e i film di Massimo Troisi diventano murales.

La giunta comunale presieduta dal sindaco Giorgio Zinno ha approvato un regolamento per la valorizzazione e promozione delle espressioni artistiche murali su spazi pubblici e privati.

L’amministrazione ha già previsto la realizzazione di due murales: il primo sulla facciata dell’ex Palazzo Bruno in piazza Troisi e un altro lungo il perimetro esterno del Palavaliero, in via Manzoni.

Spiega il sindaco di San Giorgio a Cremano: “Il nostro intento è quello di valorizzare la nostra città, mettendo a sistema la straordinaria fucina di talenti e gli spazi che offrono questa opportunità: quartieri, piazze, palazzi, al fine di rendere viva San Giorgio a Cremano e animarla della sua stessa energia“.

Il nuovo progetto di San Giorgio a Cremano

La città di San Giorgio a Cremano, nell’ottica della riqualificazione urbana, sta lavorando da tempo al progetto di decorare superfici pubbliche e private con graffiti e murales che rappresentino il territorio campano.

Stiamo lavorando da mesi per favorire forme d’arte innovative come il writing urbano trasformandolo in una espressione artistica riconosciuta e inserendola in una dimensione legale, favorendo inoltre i talenti dei giovani e dando al territorio una connotazione artistica unica” spiega  l’assessore alle Politiche Giovanili Annarita D’arienzo.

I temi da realizzare saranno di volta in volta indicati dall’amministrazione e le proposte saranno valutate da un’apposita commissione.

Il tema individuato per i primi murales è la vita e i film di Massimo Troisi. Nei prossimi giorni verranno pubblicate sul sito ufficiale del comune di San Giorgio due manifestazioni d’interesse, una indirizzata a coloro che vogliono realizzare le opere (artisti, associazioni ecc…) e un’altra destinata invece a soggetti pubblici e privati interessati a sponsorizzare i progetti artistici.