Maradona al San Carlo: "L'amore dei napoletani continua a sorprendermi. Ho incontrato De Laurentiis"

Maradona al San Carlo: “L’amore dei napoletani continua a sorprendermi. Ho incontrato De Laurentiis”

La conferenza stampa di presentazione dello spettacolo ‘Tre volte dieci’, scritto e diretto da Alessandro Siani, che domani vedrà protagonista Maradona

“Ai napoletani racconterò il Maradona di dentro, quello che stava nella testa di ogni tifoso del Napoli. Non credo che sia mai accaduto ad un altro giocatore”. Diego Armando Maradona presenta così lo show ‘Tre volte dieci’, scritto e diretto da Alessandro Siani, di cui sarà protagonista domani sera al teatro San Carlo tutto esaurito per la serata dedicata a Maradona.

Trent’anni dopo il primo scudetto ci sono ragazzini che lo venerano che non lo hanno mai visto: “A me continua a sorprendere. Parlavo con i miei amici – aggiunge – e dicevo che ci sono ragazzini che non mi hanno visto a dieci metri da un pallone e oggi si commuovono e piangono per farsi una foto con me. A me questo mi trasmette ogni giorno di più l’affetto e l’amore della gente napoletana. Il padre lo ha trasmesso al figlio e il figlio all’altro figlio, e questo non finirà mai. Dopo 30 anni continua lo stesso amore come quello per la prima donna della propria vita”.

Ieri l’incontro con De Laurentiis: “È stato un primo passo. Prima di tutto dobbiamo risolvere i problemi che ho io in Italia, e dopo sì… poter lavorare nel Napoli e nel mondo, perché i napoletani fai così ed escono dappertutto. Però dobbiamo fare le cose per bene, come ho detto ieri a lui, voglio una squadra vincente, voglio una squadra che possa giocare a tu per tu con la Juve, con l’Inter, col Milan, con la Roma. E questo l’ho capito subito perché oggi il Presidente, che non sapeva molto di calcio, è un esperto”.

Lo scudetto? “Se il Napoli oggi può avere l’ illusione dello scudetto e’ perché un giorno io decisi che questa doveva essere una squadra da scudetto. Lo dissi a un presidente”. “Dopo una partita con la Cremonese a inizio stagione che non contava nulla – ricorda Maradona – ma che richiamo’ 80mila spettatori, capii che qui che bisognava giocare per lo scudetto. Stanotte ho ripensato a tante cose, tante me sono tornate in mente e le racconterò a teatro, più che uno spettacolo sarà un racconto”.

“Quando Napoli chiama Diego risponde sempre”, ha detto Alessandro Siani al fianco del sindaco Luigi De Magistris. (askanews).