Mani fredde? Dita viola? Non sottovalutate questi sintomi, potreste aver bisogno di un controllo…

Con l’arrivo dell’inverno capita a tutti di ritrovarsi con le mani ghiacciate: a volte, però, il fenomeno non è semplicemente dovuto alle temperature rigide, all’utilizzo del mouse o alla cattiva circolazione, ma potrebbe essere un sintomo di qualcosa di più grave.

Sabato 10 Novembre al I° Policlinico di Napoli dalle 9,00 alle 16,00 – presso l’ U.O.C. di Medicina Interna, si indagherà il Fenomeno di Raynaud; medici, infermieri e volontari saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni e per eseguire una prima valutazione clinica.

Vi sarà, infatti, l’opportunità di essere sottoposti gratuitamente all’esame capillaroscopico che permette uno studio del micro-circolo digitale delle mani, utile per intercettare il fenomeno di Raynaud (o della così detta “mano fredda”), il quadro che emergerà dalla capillaroscopia, permetterà di capire se è necessario procedere con ulteriori accertamenti.

L’Iniziativa è promossa dalla Lega Italiana Sclerosi Sistemica Onlus e Patrocinata da Regione Campania, Comune di Napoli, Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, Ordine dei Medici di Napoli e Provincia.

“Il fenomeno di Raynaud è una condizione clinica per cui le estremità dell’organismo, più comunemente mani, piedi, ma occasionalmente anche naso ed orecchie, diventano fredde, insensibili e cambiano colore dopo esposizione al freddo. E’ un fenomeno poco conosciuto, che si acutizza con i primi freddi ma è presente anche durante il caldo estivo, magari per un repentino cambio di temperatura” – chiarisce Manuela Aloise, Presidente della Lega Italiana Sclerosi sistemica, da anni impegnata in campagne di sensibilizzazione.

“Sottovalutare un sintomo può complicare il percorso terapeutico di questa connettivite sistemica: per questo motivo, è dal 2014 che, annualmente, lanciamo la campagna di sensibilizzazione “Quando le mani sono fredde”, con l’obiettivo di insegnare a riconoscere tempestivamente i principali indicatori del Fenomeno di Raynaud che potrebbero essere sintomo primo della Sclerosi Sistemica, malattia rara del tessuto connettivo. Nel dettaglio parliamo di mani ghiacciate e doloranti, piccole ferite intorno alle unghie che faticano a rimarginarsi, dita rigide e gonfie, chiazze e leggeri scolorimenti della pelle (per etnie dalla pelle scura)”.

Sensibilizzare rispetto ad una malattia di cui si parla ancora poco, che in Campania ha una prevalenza di 132,2 persone ogni milione di abitanti con un incremento medio annuo del 22% su nuovi casi, (dati riferiti al 2012 indagine epidemiologica promossa dall’Associazione) e incrementare le informazioni verso l’opinione pubblica sulla diagnosi precoce della Sclerosi Sistemica è un dovere ed una necessità verso la cittadinanza, questo è il rinnovato impegno della Lega Italiana Sclerosi Sistemica sul territorio nazionale.

La Sclerosi Sistemica Progressiva, malattia rara al codice RM0120, chiamata anche sclerodermia, è una patologia che colpisce soprattutto le donne. In Italia interessa oltre 25 mila persone, in prevalenza di età tra i 30 e i 50 anni. Trattandosi di un problema mediato dal sistema immunitario, ci può essere una predisposizione ad ammalarsi se in famiglia si sono già verificati casi di malattie autoimmuni (e dunque non necessariamente di sclerosi sistemica). La diagnosi precoce è fondamentale per il riconoscimento della malattia e la prevenzione dei danni agli organi interni. A confortare questa tesi gli studi degli ultimi anni hanno infatti confermato che una diagnosi precoce permette di migliorare la qualità della vita dei pazienti.

“Ti capita spesso di avere le mani ghiacciate e le dita viola? Nasconderle non serve a niente, parlane con il tuo medico”, è questo lo slogan che da sempre la Lega Italiana Sclerosi Sistemica ha promosso per accendere i riflettori su questo sintomo evidente.

Per prenotare l’esame diagnostico è necessario chiamare la segreteria organizzativa al 380 479 4870.

2 thoughts on “Mani fredde? Dita viola? Non sottovalutate questi sintomi, potreste aver bisogno di un controllo…

  1. Potevate aggiungere il nome della Professoressa Cuomo Giovanna che è stata la promotrice e l’organizzatrice insieme alla lega italiana lotta alla sclerodermia, e che insieme ai suoi collaboratori ha fatto di che l’evento avesse successo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *