Mangiarocck: a Roccaraso la V edizione

Il 22 agosto si è tenuta per le strade della nota stazione sciistica di Roccaraso la V edizione del Mangiarocck, evento voluto ed organizzato per il quinto anno consecutivo da un gruppo di napoletani facenti capo ad un magistrale Dino Alinei, in accordo con il Comune ospitante.

Il “Roccaraso Vintage…“, questo il nome del gruppo su Facebook, ideò anni or sono di portare le eccellenze dello streed food napolateno nella Piazza del Paese chiedendo ai locali presenti di aderire a loro volta a questa iniziativa creando così una serata di gastronomia ROCCONAPOLETANA.

Quest’estate il Mangiarocck  ha visto migliaia di turisti riversarsi per le strade di Roccaraso e degustare presso i vari stands i loro prodotti tanto da far registrare il sold out per tutti i ristoranti.

Il tutto si è svolto in un clima di grande allegria e spensieratezza con tutto il paese Paese veramente in festa. La piazza si è trasformata verso la fine della serata in una discoteca stile anni 70/80 rendendo il clima caldo nonostante la fresca temperatura di montagna.

 Le prelibatezze  offerte al Mangiarocck

Le pietanze offerte erano davvero tutte di ottima qualità e di vario genere. Bastava camminare di pochi metri e si poteva passare dal gustare il sempre squisito crocchè del Tratturo al Coppetiello di pesce fritto, dalla pasta  ceci e pecorino delle Ortensie al napoletanissimo “o pere e o musso“, dai cazzarielli e fagioli della Petra alle pizze sfornate in tempi record  da Gennaro di Bagnoli, dagli ottimi  “li cauzon al miele” del Campetto degli Alpini alle calde graffe della Bakery. E poi ancora il Forno con il cacio fritto, Chichibio con il suo baccalà in tempura, ravioloni, pan cotto , arrosticini …

La considerazione che vien da fare è che quando si organizza bene e le persone ci mettono il cuore non solo le iniziative hanno un grande successo, con anche (perchè no) buoni profitti per le attività commerciali, ma soprattutto si crea quell’atmosfera magica grazie alla quale migliaia di persone stanno insieme piacevolmente, condividono il tavolo con estranei, brindano con il sorriso e per qualche ora vivono momenti di vera spensieratezza.

Non ci resta, quindi, che attendere la prossima edizione con tutte le sue novità e prelibatezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *