Manfredi Borsellino, figlio di Paolo, torna a Palermo: è il nuovo capo del commissariato di Mondello

Il figlio del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia nella strage di via D’Amelio, arriva da Cefalù, dove ha guidato il commissariato per 11 anni.

Il figlio del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia nella strage di via D’Amelio, arriva da Cefalù, dove ha guidato il commissariato per 11 anni.

Dopo 11 anni Manfredi Borsellino, figlio del magistrato Paolo ucciso in via D’Amelio, lascia la direzione del commissariato di Cefalù e va a dirigere l’ufficio di polizia di Mondello a Palermo. In questi anni Borsellino ha indagato a Cefalù non solo sui fatti legati alla criminalità, ma anche su abusi ambientali e sull’occupazione di aree demaniali da parte di lidi balneari.

Il trasferimento è stato disposto nell’ambito di una rotazione di incarichi decisa dal questore Renato Cortese. Borsellino a Palermo ha già diretto la polizia postale e gli uffici di polizia Oreto e Zisa. Al suo posto a Cefalù andrà il vice questore Francesco Virga, attuale portavoce del questore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *