In manette per spaccio: i parenti ostacolano l’arresto

Al centro storico di Napoli una donna arrestata in quanto responsabile di traffici illeciti

Nella sua casa a via Purgatorio, san Lorenzo, aveva 30 gr di marijuana, un bilancino di precisione e 120 bustine monodose. Ma quando i poliziotti hanno tentato di arrestarla, hanno dovuto fare i conti con i parenti di lei

di Redazione

35 enne arrestata al centro storico, nel quartiere San Lorenzo, presso la sua abitazione sita in via Purgatorio. Responsabile di possesso di stupefacenti ai fini di spaccio. I poliziotti hanno fatto irruzione dell’appartamento della donna questa mattina alle ore 11.45.

PERQUISIZIONE DELL’ALLOGGIO.

Gli agenti del commissariato Decumani hanno perquisito l’abitazione della sospettata, trovando, all’interno di una borsa nera, alcune bustine di plastica contenenti ognuna 30 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, 120 bustine monodose ancora vuote, e un sacchetto grande al cui interno sono stati ritrovati 50 grammi della stessa sostanza stupefacente. Inoltre in un cassetto sono stati rinvenuti 80 euro, sequestrati assieme alla marijuana.

POLIZIOTTI OSTACOLATI DAI PARENTI.

Hanno avuto non poche difficoltà i poliziotti del centro storico per condurre la donna nella loro autovettura: i parenti della 35enne infatti hanno inveito contro le forze dell’ordine e tentato di ostacolare l’arresto. Solo grazie alla buona conoscenza del territorio i poliziotti sono riusciti ad allontanarsi. La donna è stata subito condotta alla Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli.

22 febbraio 2014