In manette Michele Elia, figlio del boss dell'omonimo clan

In manette Michele Elia, figlio del boss dell’omonimo clan

Arresto Michele Elia, figlio del boss dell’omonimo clan. Era nascosto in un palazzo popolare. Non ha opposto resistenza ai militari.

Michele Elia è figlio del boss Antonio, a capo dell’omonimo clan e anche lui in arrestato pochi giorni fa. E ora è toccato anche al figlio finire in manette. Il giovane Michele Elia, residente a Napoli in via Pallonetto Santa Lucia, fu sorpreso sotto casa sua mentre da un nascondiglio nel muro prendeva sostanze stupefacenti. Michele Elia scoprendo di essere stato visto dai militari lasciò la merce a terra e scappò via, aiutato nella fuga proprio dal padre, che ostacolò i carabinieri, finendo così lui in manette.

L’arresto di Michele Elia

Il figlio del boss è stato arrestato all’interno di un palazzo popolare, dove si era nascosto. Era lì da solo e ai carabinieri non ha opposto resistenza. Tornado invece al 19 settembre, quando Michele Elia fu scoperto a prendere della droga nascosta nel muro, i militari nella perquisizione successiva hanno trovato 35 confezioni di marijuana per un peso di 40 grammi. I carabinieri hanno poi perquisito anche i locali da dove Michele Elia fu visto uscire, trovando: una pistola calibro 7,65 con caricatore e 7 cartucce, matricola abrasa, 300 grammi di hashish, e 100 grammi di marijuana.