Mamma e figlia uccise in casa: prosciolto Salvatore Di Maiolo unico imputato

Mamma e figlia uccise in casa: prosciolto Salvatore Di Maiolo unico imputato

Mamma e figlia uccise in casa: prosciolto Salvatore Di Maiolo unico imputato rimasto dopo la morte di Domenico Belmonte risalente al 25 gennaio scorso

Si è conclusa con il proscioglimento di Salvatore Di Maiolo la vicenda giudiziaria riguardante la morte di Elisabetta e Maria Belmonte, madre e figlia, i cui corpi furono ritrovati il 13 novembre del 2012 dalla Polizia di Stato in un’intercapedine di una villetta di Baia Verde a Castel Volturno (Caserta).

 

Mamma e figlia uccise in casa: fu accusato Domenico Belmonte, deceduto il 25 gennaio

Accusato del doppio decesso fu ritenuto Domenico Belmonte, ex direttore sanitario del carcere di Poggioreale (Napoli) nonché marito e padre delle due donne, deceduto il 25 gennaio scorso a 77 anni. Unico imputato nell’udienza preliminare in corso al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere era così rimasto Salvatore Di Maiolo (difeso da Ferdinando Letizia), ex marito di Maria Belmonte ed ex genero del medico, di cui era stato anche autista, accusato di concorso in omicidio e occultamento di cadaveri. Oggi il gip Emilio Minio lo ha prosciolto perché il fatto non sussiste.