Maestre precarie, notte all’addiaccio e sciopero della fame per i sindacalisti in presidio davanti a Palazzo San Giacomo (VD)

Oggi previsto un secondo incontro con i vertici di palazzo San Giacomo. “Speriamo che vada a buon fine, altrimenti continueremo presidio fisso e sciopero della fame a oltranza” affermano i rappresentanti sindacali

Continua il presidio fisso davanti a Palazzo San Giacomo da parte dei maestri e delle maestre precarie del Comune di Napoli che oggi rischiano di perdere il posto di lavoro. Ancora non si trova l’accordo con il Comune che permetterebbe l’assunzione, secondo proposta dei sindacati, di tutti i 360 maestri che per cinque anni hanno lavorato al Comune di Napoli nella speranza dell’assunzione. Assunzione che oggi per alcuni di loro potrebbe sfumare, perché i posti messi a disposizione dal concorso del Comune sono soltanto 185, e non tutte le precarie hanno i requisiti per accedervi.

Dal comune per ora solo “no”: ma i sindacati promettono di dare battaglia

I sindacati hanno fatto una serie di proposte che a parità di costi permetterebbero l’assunzione di tutte le maestre precarie, come convertire i contratti full-time in part-time. Ma dal Comune per ora ci sono stati solo “no”. I sindacati però non si arrendono, e continuano lo sciopero della fame e il presidio fisso davanti a Palazzo San Giacomo, dove le nostre telecamere li hanno raggiunti e intervistati.