Luigi Bartolomeo: evade e viene arrestato. Ora è grave in ospedale

Era evaso dai domiciliari per ben due volte in 8 ore. Portato in carcere per direttissima, ora è gravissimo in ospedale. Luigi Bartolomeo è stato pestato?

Luigi Bartolomeo era già stato protagonista della cronaca quando, lo scorso 21 ottobre, era riuscito a scappare dai domiciliari per ben due volte in sole otto ore dopo aver ferito lievemente sia un poliziotto che un carabiniere. Dopo le sue gesta, il 45enne era stato giudicato con rito direttissimo e condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, questa volta in carcere. Oggi, però, il detenuto si trova, invece, ricoverato all’Ospedale Loreto Mare in gravissime condizioni e si sospetta il pestaggio in carcere.

Luigi Bartolomeo: da fuggitivo cronico a detenuto pestato

Le versioni sulla vicenda sono contrastanti: la sorella del detenuto, Paola Bartolomeo, è sicura che il fratello sia stato pestato durante e dopo l’arresto. La prognosi di Luigi è riservata ed è in pessime condizioni: ecchimosi agli occhi, ischemia cerebrale, un polmone fuori uso a causa di un rigurgito dei succhi gastrici. Al dottore ha detto di essere caduto per le scale, ma pochi credono a questa versione dei fatti.

I pm sequestrano la cartella clinica

Dalle ultime indagini in corso sul caso avviate dal procuratore aggiunto Luigi Frunzio e dal sostituto Mario Canale, pare che il detenuto fosse già ferito quando è stato condotto in carcere. I pm hanno sequestrato la cartella clinica e hanno reso nota una prima ricostruzione dalla quale emerge che Luigi Bartolomeo fosse già ferito al viso e al corpo quando è stato arrestato. Dopo la prima evasione, il detenuto è fuggito una seconda volta e dopo l’ultimo arresto sul suo volto c’erano già delle ferite causate da un pestaggio subito a casa sua a Ponticelli da parte di due conoscenti dello stesso quartiere mandati dall’ex convivente di Bartolomeo, almeno secondo le indiscrezioni fornite da Pietro Ioia, presidente dell’associazione Ex detenuti organizzati napoletani. Pare infatti che dopo l’arresto, il detenuto sia stato portato in ospedale a farsi medicare. Le condizioni di Bartolomeo, però, sono peggiorate dopo il rito direttissimo ed è sulle cause dell’aggravamento delle condizioni di salute che stanno indagando i pm al momento.