L’orto botanico riapre ogni giovedì ed è subito boom di visite

Numerose le scolaresche in visita all’orto, già 500 ingressi registrati. Soddisfatti i commercianti della zona, l’apertura dell’orto giova anche a loro

Grande successo per la proposta del Comitato Civico Carlo III, presentata insieme agli antiquari di via Foria e ai commercianti e albergatori della zona e finalmente diventata realtà grazie all’interesse del sindaco Luigi De Magistris, al supporto dei Vigili Urbani capitanati da Ciro Esposito e alla collaborazione straordinaria del Professore Paolo De Luca, direttore della struttura della Federico II.

L’apertura dell’Orto Botanico tutti i giovedì dalle 9 alle 14 ha già fatto registrare un grande successo: oltre 500 i “biglietti” staccati (si fa per dire, perché l’ingresso è gratuito) durante le prime due settimane di sperimentazione, la maggior parte per i bambini di numerose scolaresche che sono arrivati accompagnati dai loro insegnanti per visitare le meraviglie dello splendido giardino botanico, che con i suoi 12 ettari di estensione e le 9mila specie vegetali contenute all’interno, per un totale di quasi 25mila esemplari, è un vero e proprio tesoro per la città, nonché un polmone verde in cui trascorrere qualche ora di pausa dal caos cittadino.

500 ingressi già registrati, soddisfatti anche i commercianti: “Via Foria adesso è più viva”

“Siamo stati contentissimi della visita” racconta l’insegnante di una scuola primaria di Bagnoli, in visita insieme alla sua classe all’Orto Botanico ieri mattina. “Quest’anno stiamo studiando l’elemento naturale terra, e la visita all’Orto Botanico era perfetta. I bambini sono stati felicissimi di poter vedere piante provenienti da tutto il mondo e di passare qualche ora all’aria aperta. Speriamo che ci vengano tutte le scuole conclude entusiasta. Un entusiasmo condiviso dai commercianti della zona, che insieme al Comitato Civico Carlo III e al consigliere della IV Municipalità Giovanni Parisi, in prima linea nella battaglia per la riapertura dell’Orto Botanico, ne hanno fortemente voluto la rinascita. “Da quando l’Orto è aperto via Foria è molto più viva, e questo fa bene al commercio spiega Antonio, che ha un negozio di barbiere proprio di fronte all’ingresso dell’Orto. La rinascita del quartiere potrebbe partire proprio dall’Orto Botanico, e dalla rivitalizzazione di via Foria, un’arteria antica e ricca di storia, da troppo tempo trascurata dall’amministrazione locale.

“Speriamo che le autorità si scorcino un po’ le maniche e si diano da fare per il nostro quartiere” commenta Salvatore, che ha una bottega di antiquariato che affaccia anch’essa sull’ingresso dell’Orto Botanico. “Via Foria non è solo Orto Botanico, ma anche Museo Madre, Museo Nazionale, e poi il Real Albergo dei Poveri, di cui attendiamo di conoscere le sorti”. Insomma, nel quartiere c’è davvero tanto da fare.