Loreto Mare, i furbetti del cartellino a labbra serrate davanti al giudice

I primi dieci interrogati sulla vicenda dei furbetti del cartellino hanno optato, in accordo con i propri legali, di non rispondere alle domande dei giudici

I primi dieci furbetti del cartellino dell’ospedale Loreto Mare di Napoli, interrogati dal giudice delle indagini preliminari Pietro Carola, come riporta IlMattino.it, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. L’inchiesta è condotta dal pm Ida Frongillo e coordinata dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino

Una linea difensiva che sarà seguita anche dai prossimi interrogati che si presenteranno davanti al giudice lunedì. i primi dieci, che hanno deciso di non parlare, sono coloro a cui non è stato concesso di poter tornare a lavoro; sono coloro per i quali la posizione è tra le più delicate.