Longobardi: "A Bergamo c'è voluto l'intervento degli steward. Reina ormai è napoletano"

Longobardi: “A Bergamo c’è voluto l’intervento degli steward. Reina ormai è napoletano”

Il giornalista di Spazio Napoli, Roberto Longobardi, presente a Bergamo durante l’aggressione dei tifosi nerazzurri, ha raccontato cosa è accaduto

Uno degli episodi più brutti della pur bellissima giornata del Napoli ieri a Bergamo, è stata l’aggressione subita dai due giornalisti partenopei in Tribuna Stampa. Tra color che hanno assistito, è intervenuto ai microfoni di Alla Faccia del Calcio – Napule Simm Nuje, in onda su Radio Amore Napoli, il giornalista di Spazio Napoli, appunto presente ieri all’Atleti Azzurri d’Italia, Roberto Longobardi. “Dopo il gol del 2-1 di Higuain, i tifosi bergamaschi si sono sentiti colpiti dalla nostra esultanza, che, ci tengo a sottolineare, era soltanto vocale, priva di qualsiasi offesa. Siamo giornalisti. Un gruppo di persone si è girata verso di noi e iniziato ad insultarci. Sono intervenuti gli steward e la situazione è rientrata senza problemi. Ma ce la mettiamo alle spalle e pensiamo a un risultato ottenuto su un campo tradizionalmente sempre difficile, che ci ha portato più vicino alla vetta”.

Una vetta da raggiungere, anche passando per il prossimo calciomercato. “Qualcosa c’è bisogno a centrocampo. Servirebbe un sostituto di Allan, che ieri è sembrato un po’ stanco. In difesa e in attacco penso il Napoli stia bene così”. Longobardi si è anche detto assolutamente d’accordo con Maurizio Sarri in merito allo stop per le vacanze di Natale. “Il mister non ha peli sulla lingua e dice quello che pensa. Io sono completamente d’accordo con lui. In Inghilterra le giornate si intensificano ancora di più durante le feste natalizie, non vedo perché non si possa fare anche qui in Italia”.

Tornando al campo, difficile non parlare del rigore sbagliato da Hamsik. “Tutti pensavamo che Marek sarebbe andato sul dischetto con la massima serenità, invece così non è stato. Anche nel primo caso ci ha fatto tribolare abbastanza. Fortunatamente c’era la tecnologia a dare una mano all’arbitro. Io sono favorevole in casi come questi all’aiuto tecnologico”. Infine, un pensiero su Reina, sempre più napoletano d’adozione. “Le parole di Sarri su Pepe sono una vera e propria dichiarazione d’amore, che dimostrano quanto sia stato importante il suo ritorno. E’ stato un acquisto fondamentale soprattutto per quello che sta dando fuori dal campo, nello spogliatoio, oltre che in campo. I tweet di ieri lo hanno marchiato come napoletano a vita”.