Lite tra ubriachi in struttura di accoglienza per extracomunitari

Lite tra ubriachi in struttura di accoglienza per extracomunitari

Lite tra ubriachi in struttura di accoglienza per extracomunitari. I due genitori non vogliono più occuparsi dei figli ora affidati ai servizi sociali

Ubriachi litigavano animosamente mettendo a repentaglio i due bambini che avevano con loro: a Napoli in una struttura di accoglienza per extracomunitari è intervenuta la polizia. Protagonista una coppia di fatto di nazionalità marocchina. La coppia aveva avuto lo scorso novembre un figlio ed, inoltre, la donna era già madre di un bimbo di 5 anni.

 

Lite tra ubriachi: bambini affidati ai servizi sociali

Era stato proprio il bambino a rivolgersi ai volontari per chiedere aiuto visto che i due genitori continuavano a litigare; il padre del neonato, in preda ai fumi dell’alcool, ci si era seduto sopra. Entrambi gli adulti non volevano più occuparsi dei bambini e chiedevano che venissero affidati ad altri. I poliziotti hanno contattato il Tribunale per i Minorenni che ne ha disposto l’affido ai servizi sociali. I due bimbi sono stati portati in una idonea struttura. La donna, di 26 anni, è stata condotta in ospedale perchè intossicata da sostanze alcoliche e stupefacenti. L’uomo, 29 anni, ha diversi precedenti di polizia. Entrambi sono richiedenti asilo politico.