Lettera autografa di Goethe al Suor Orsola Benincasa

Lettera autografa di Goethe al Suor Orsola Benincasa

Ritrovata nel 2013 all’interno dell’archivio storico dell’Università Suor Orsola Benincasa la lettera autografa di Goethe

E’ stata ritrovata nel 2013 all’interno dell’archivio storico dell’Università Suor Orsola Benincasa la lettere autografa di Johann Wolfgang von Goethe ed è stata mostrata nella giornata di ieri presso la biblioteca d’ateneo “Rocco Pagliara”, durante il convegno “Goethe e l’Italia”, in occasione dei 200 anni dalla pubblicazione di “Viaggio in Italia”, come riportato da Repubblica.

La lettera è stata scritta il 29 agosto 1818 a Karlsbad ed è una risposta a Carl Friedrich Ferdinand Wilhelm Dorow il quale aveva chiesto a Goethe di scrivere l’introduzione al suo libro.

 

Testo della lettera autografa di Goethe

Sua Signoria Illustrissima!
Per non bloccare l’importante iniziativa, rispedisco immediatamente indietro gli scritti inviatimi che mi sono pervenuti a Karlsbad, mentre mi dispiace molto non poter assecondare il Suo desiderio di un mio contributo.
Se i miei viaggi estivi mi avessero condotto a Wiesbaden, il luogo e la presenza dei tesori ritrovati, e anche la competenza e uno sguardo di Sua Signoria, probabilmente mi avrebbero fatto accettare la Sua richiesta, invece, da lontano, sorgono ostacoli alla composizione di un’introduzione appropriata che io non ho la forza di affrontare.
Ora sono molto distante da studi di tal genere, cosicché anche se ne avessi tutto il tempo, difficilmente riuscirei a impegnarmici. E comunque nel prossimo inverno non vedo il minimo spazio per potermi occupare di necessità a cose differenti.  
Pertanto perdoni se rifiuto ciò che in un altro momento bramerei avidamente e con l’occasione mi consenta di ringraziarLa cordialmente per la Sua iniziativa.
Possiedo qualche scritto hamanniano di cui Le invierò un elenco appena sarò tornato a casa. 
Con i migliori auguri
J. W. v. Goethe

184104799-1bb35329-4fc9-460f-85c9-921820c6badb