Le eccellenze campane verso Milano e Dubai: grande convegno al Suor Orsola Benincasa

Le eccellenze campane verso Milano e Dubai. Il contributo di Suor Orsola Benincasa e Wine Fashion Europe per promuovere le eccellenze campane con un grande evento di confronto e programmazione

Le eccellenze campane verso Milano e Dubai. Il Suor Orsola Benincasa e Wine Fashion Europe hanno deciso di passare ai fatti.

E’ stato proprio come valorizzare le eccellenze campane in prospettiva di Expo Milano 2015 e Expo Dubai 2020 il tema della giornata di studi, musica e degustazioni che si è tenuta luned’ 22 settembre all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione internazionale “Wine Fashion Europe” in collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa, per fare il punto e progettare azioni comuni per la promozione e la valorizzazione delle grandi eccellenze campane, come vetrina per lo sviluppo del turismo, in considerazione dei due grandi appuntamenti con l‘Expo di Milano 2015 e Dubai 2020.

Gli obiettivi della tavola rotonda

Al centro del dibattito ci sono stati tutti i principali settori di eccellenza del Made in Campania: enogastronomia, beni culturali, artigianato, moda e lusso, che sono stati analizzati anche alla luce delle progettualità manageriali ed economiche di nuovi percorsi di valorizzazione come il crowdfunding, le Reti turistiche d’impresa e la progettazione del turismo culturale, per il quale proprio l’Università Suor Orsola Benincasa ha sviluppato un corso di laurea unico in Italia.

I protagonisti dell’evento

A fare gli onori di casa è stata la professoressa Paola Villani, presidente del corso di Laurea in Progettazione e gestione del turismo culturale all’Unisob, ci sono stati poi gli interventi di Giuseppe Fiusco, responsabile Grandi Eventi di Wine Fashion Europe, di Gerardo Rosa Salsano, Presidente Nazionale del CAD Sociale, di Marika Orlando, Presidente Nazionale di Wine Fashion Europe e di Francesco Muzio, delegato regionale di Wine Fashion Europe .

Alla tavola rotonda hanno preso parte Giuseppe Aiello, presidente di Maremodacapri, Giuseppe Gallingani, vice Presidente di Wine Fashion Europe, Maurizio Imparato, direttore di Crowdfunding Formazione, Enrico Inferrera, presidente di Confartigianato Napoli, Salvatore Lauro, fondatore di “Reti d’Imprese Turistiche”, Felice Marinelli, docente all’Unisob e la blogger Maria Pia Della Valle, nonché la stessa Paola Villani.

 Posteggia e degustazioni

La giornata si è conclusa con un’esibizione musicale della posteggia napoletana con la partecipazione del Trio De Bartolomeis-Essolito-Ronca e con una degustazione delle migliori eccellenze eno-gastronomiche campane: dalla pasta e patate della Locanda dei Borboni alla frittura de “Il Cuoppo“, dalla mozzarella del Caseificio “Ponte a Mare” alle sfogliatelle de “L’Arca“, dalle confetture della Masseria Giosole ai vini dell’Azienda Agricola San Salvatore e delle Cantine “Il vino e la luna“, per chiudere con il caffè di “Aloia“.

La napoletanità in mostra

E’ stata inaugurata per l’occasione anche una mostra fotografica sulla napoletanità  a cura di Luciana Latte, che ha coinvolto alcune delle firme più prestigiose della fotografia partenopea: Sergio e Riccardo Siano, Lino Rusciano, Claudio Menna, Federico Righi e Paolo Liggeri. La mostra, allestita nel claustro del Suor Orsola Benincasa, sarà aperta al pubblico fino al 15 ottobre.