Lazio-Chievo 0-1: basta un gol di Paloschi per stendere una Lazio stanca

Petkovic inizia la partita senza Mauri e Hernanes, ma paga le sue scelte con la prima sconfitta dopo dieci risultati utili consecutivi.

La Lazio appare meno brillante del solito e poco motivata, Petkovic rinuncia anche a due dei suoi migliori uomini, Mauri e Hernanes, forse per averli al massimo della condizione martedì, per la semifinale di ritorno di Tim Cup contro la Juventus.

Il Chievo riesce a tenere botta ma non patisce più di tanto le avanzate biancocelesti. La prima occasione avviene al 6′, Floccari apre a destra per Candreva che conclude, il suo tiro finisce alto. Un altro tiro da fuori, questa volta di Konko, centra la porta ma il portiere del Chievo Puggioni manda in angolo.

Il Chievo prova di tanto in tanto a distendersi in contropiede, ma non crea particolari pericoli, allo stesso tempo riesce a non concedere molto alla Lazio che però non sembra in giornata. La manovra è lenta e c’è poca lucidità.

Al 51′ Floccari tira centrale, nessun problema per Puggioni. Al 58′ Mauri potrebbe sfruttare un liscio di Dainelli ma non arriva di testa sulla palla. Al 61′ il Chievo passa in vantaggio, azione travolgente di Thereau, il suo tiro finisce sulla traversa, arriva Paloschi che fa un gol facile facile.

La Lazio non produce una reazione convincente, al 76′ Floccari invece di concludere passa a Mauri che prova il tiro al volo, palla fuori. L’ultima occasone è per Hernanes, entrato al posto di Gonzales, che all’85’ prova la botta, nulla di fatto. La partita non ha più niente da dire.

La Juventus ora può allungare, mentre il Napoli può provare il sorpasso.

 

Michele Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *