Lazio-Cagliari, un rigore dubbio permette ai biancocelesti di battere i sardi. All’Olimpico finisce 2-1

Lazio e Cagliari in campo alle 20.45 per il secondo anticipo del 19° turno di campionato.

Ad imporsi sono i padroni di casa che ribaltano lo svantaggio iniziale firmato da Sau. Dubbio il penalty che sancisce la vittoria dei capitolini che consolidano così il secondo posto in classifica.

La prima vera emozione della partita la regala Hernanes al 17°, dopo un quarto d’ora di noia assoluta. Il Profeta centra la traversa da calcio di punizione. Agazzi battutto. Un minuto dopo è il Cagliari a rendersi pericoloso. Bell’azione di Ibarbo che galoppa sulla fascia e serve Cossu. Il fantasista rossoblu assiste a sua volta Nainggolan che a botta sicura centra Marchetti. Sulla ribattuta ancora Nainggolan ma questa volta è Dias a respingere sulla linea.

Il primo tempo vede altre due occasioni importanti, entrambe a favore della Lazio. Al 21° Rossettini, nel tentativo di anticipare Klose, rischia l’autorete. Bravo Agazzi a sventare il pericolo. Al 38° è ancora il tedesco della Lazio a rendersi pericoloso. Passaggio di Hernanes che permette a Miro di superare tutta la difesa sarda compreso il portiere. L’ex Bayern però si defila troppo e calcia clamorosamente a lato. Primo tempo che si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa dopo appena 5 minuti la Lazio coglie un altro palo. Da calcio d’angolo di Mauri, Del Fabro sfiora di testa e la palla si stampa sulla traversa. La Lazio gioca meglio ma per la dura legge del gol, se sbagli troppo vieni punito. E il Cagliari punisce i padroni di casa al 62° con Sau. Marchetti non può nulla sul diagonale dell’attaccante sardo. Sesto gol in campionato per lui. I biancocelesti reagiscono. Prima Ekdal evita guai anticipando ancora Klose su cross di Lulic, poi gli uomini di Pulga(espulso nella prima frazione di gioco per proteste) non possono far niente al 79°, quando Konko mette in rete il gol del pareggio.

Ultimi minuti incandescenti. Succede tutto tra l’83° e l’84°. Agazzi prima si fa ammonire per perdita di tempo e poi subito dopo stende Klose in area. Secondo giallo e rigore per la Lazio. Proteste dei rossoblu per un penalty dubbio in quanto il contatto avviene dopo che il tedesco calcia. Nel protestare ci lascia le penne anche Cossu, rosso anche per lui e ospiti in nove. Dal dischetto Candreva non perdona. 2-1 e rimonta completata. La partita finisce praticamente quì.

La Lazio dunque riesce a cogliere i tre punti e a consolidare la seconda piazza. Vittoria importantissima perché domani Napoli e Inter, su tutte, non potranno fallire se vorranno restare agganciate ai biancocelesti.

Francesco Monaco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *