Laboratorio del falso a Napoli nascosto dietro una cucina

Laboratorio del falso a Napoli nascosto dietro una cucina

Sembrava una normale cucina di un’abitazione, ma grazie a un sofisticato sistema elettrico, un pulsante dava accesso a un laboratorio del falso a Napoli

In apparenza sembrava una normale cucina di un’abitazione, ma, come riporta Adnkronos, grazie a un sofisticato sistema elettrico, un pulsante su un neon attivava l’apertura di una finta parete piastrellata e dava accesso a una stanza segreta dove era allestito un vero e proprio laboratorio del falso, per la realizzazione di articoli di pelletteria contraffatti. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella a Forcella, a Napoli.

 

Il laboratorio del falso a Napoli scoperto nella casa di un 37enne

Durante una serie di indagini, i carabinieri hanno sottoposto a perquisizione la casa di un 37enne napoletano e hanno scoperto borse, cliché per la fabbricazione dei marchi falsi da apporre sugli articoli, accessori delle firme più note in ambito nazionale ed internazionale.

L’uomo, un 37enne napoletano, è stato denunciato a piede libero per contraffazione di marchi e introduzione nello stato e commercio di prodotti con marchio falso. Sull’abitazione, adibita a opificio clandestino, sono stati apposti i sigilli.