anatolij

La vedova Anatolij assunta nella catena di supermercati dove il marito cercò di sventare una rapina

La vedova Anatolij è stata assunta al banco del pane dal proprietario Michele Piccolo, che ha mantenuto la promessa fatta dopo la morte del marito.

Nadiya Korol, vedova di Anatolij, il muratore ucraino che il 29 agosto venne ucciso con due colpi di pistola mentre cercava di sventare una rapina in un supermercato “Piccolo” di Castello di Cisterna, è stata assunta proprio in uno dei supermercati della catena già citata, e dove lavorerà al banco del pane. Michele Piccolo, proprietario della catena di store, ha dunque mantenuto la sua promessa.

Michele Piccolo ha inoltre messo a disposizione della vedova Anatolij una macchina con cui tutte le mattine potrà recarsi a lavoro a Sant’Anastasia, dato che lei ora vive a Pomigliano d’Arco, lontano da Castello di Cisterna, troppi brutti ricordi.

L’eroe Anatolij

La storia di Anatolij ha commosso tutti, un vero eroe, che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto onorare il suo coraggio consegnando alla famiglia, moglie e due figlie, una medaglia al valore.