Lo scrittore napoletano, Erri De Luca, commenta quanto accaduto lo scorso sabato a Napoli dopo l'arrivo di Matteo Salvini

La preghiera laica di Erri De Luca: “Mare nostro che non sei nei cieli…”

La preghiera laica di Erri De Luca trova commozione e consensi, ma, per lo scrittore napoletano, non sono mancati gli attacchi provenienti dal web

La preghiera laica di Erri De Luca. Lo scrittore, ospite lunedì 20 aprile al talk show di La7, Piazza Pulita, commuove, lascia ancora una volta senza fiato, con una splendida preghiera laica dedicata alle vittime del naufragio a sud della Sicilia.

Preghiera laica di Erri De Luca

Mare nostro che non sei nei cieli
e abbracci i confini dell’isola
e del mondo col tuo sale,
sia benedetto il tuo fondale,
accogli le gremite imbarcazioni
senza una strada sopra le tue onde
i pescatori usciti nella notte,
le loro reti tra le tue creature,
che tornano al mattino con la pesca
dei naufraghi salvati.

Mare nostro che non sei nei cieli,
all’alba sei colore del frumento
al tramonto dell’uva e di vendemmia.
ti abbiamo seminato di annegati più di
qualunque età delle tempeste.

Mare Nostro che non sei nei cieli,
tu sei più giusto della terraferma
pure quando sollevi onde a muraglia
poi le abbassi a tappeto.
Custodisci le vite, le visite,
come foglie sul viale,
fai da autunno per loro,
da carezza, abbraccio, bacio in fronte,
madre, padre prima di partire”.

 

Preghiera laica di Erri De Luca: tra attacchi e commozione

Applausi e commozione al termine della poesia di De Luca. Nonostante ciò, sul web, non sono mancati attacchi allo scrittore napoletano. “Erri de luca quello che inneggia ai sabotaggi per la tav, che giustifica la violenza, l’idolo dei centri sociali e dei sedicenti rivoluzionari antagonisti? Per favore, davvero non ce n’è bisogno. Di ipocrisia e falso buonismo l’italia e l’europa sono piene. Sicuramente la poesiola sarà piaciuta, francamente a me no“. E ancora: “Ma com’è possibile che un vecchio inutile come questo qua, pieno di odio e incitatore alla violenza, venga invitato in tv? Ma che lo ospitino al Leoncavallo“.

Queste alcune delle parole lasciate vagare sul web in merito alla poesia laica di Erri De Luca. Questi gli attacchi nei confronti dell’uomo e dello scrittore, attacchi che non cancellano la bellezza e la forza delle parole della poesia laica di Erri De Luca. In risposta alle critiche, alle parole lanciate contro De Luca, riportiamo uno dei commenti rilasciati sulla pagina di Reppublica: “Emozioni che lasciano senza parole, parole che rubano emozioni come solo De Luca sa fare. Continuate pure a commentare, continuate a denigrarlo. Se solo vi fermaste un attimo a riflettere, capireste che, di uomini come De Luca, dovrebbero essercene di più. Grazie Erri, grazie ancora una volta. #iostoconerri“.