La pizzeria napoletana Brandi chiusa da Google per errore, chiesto un milione di euro di risarcimento

La pizzeria napoletana Brandi chiusa da Google per errore, chiesto un milione di euro di risarcimento

La pizzeria napoletana Brandi chiusa da Google per errore, chiesto un milione di euro di risarcimento attraverso l’avvocato Angelo Pisani

La storica pizzeria napoletanaBrandicita in giudizio il motore di ricerca più famoso del mondo, Google, per il quale il locale è “chiuso definitivamente“. Secondo Google infatti, la pizzeria è rimasta chiusa dal 25 aprile al 5 maggio circa. Il fatto è stato scoperto dai proprietari del locale dopo essere stati contattati da alcuni clienti.

 

Pizzeria napoletana Brandi: la causa nelle mani dell’avvocato Angelo Pisani

Come riportato dal sito Ansa, ad aprire le ostilità contro il colosso di Mountain View è l’avvocato Angelo Pisani, fondatore di Noiconsumatori.it, che “per i gravi danni d’immagine e patrimoniali causati a uno dei simboli di Napoli nel mondo“, definitivamente chiusa su internet secondo Google, “chiederà un milione di euro di risarcimento“.