"La pelle di Napoli": Treccagnoli alla libreria iocisto

“La pelle di Napoli”: Treccagnoli alla libreria iocisto

Oggi, 31 maggio, alla libreria iocisto di piazzetta Fuga sarà presentato “La Pelle di Napoli” di Pietro Treccagnoli. Con l’autore interverrà Titti Marrone.

Oggi, 31 maggio, alla libreria iocisto di piazzetta Fuga sarà presentato “La Pelle di Napoli” di Pietro Treccagnoli.

L’incontro inizierà alle ore 18.30. Con l’autore interverrà Titti Marrone.

La pelle di Napoli: Cronaca e Racconto

In “La pelle di Napoli”, edito da Cairo, l’autore racconta i piccoli commercianti, le anziane che vanno dal medico, gli artigiani che producono scarpe, selle, chiavi, gli ultimi contadini che si ostinano a coltivare cavoli e arance sotto i piloni della Tangenziale, gli ex-giocatori d’azzardo, gli stranieri, le prostitute e i ragazzi che vendono per strada i profumi rubati, i napoletani di tutti i giorni, sangue e pelle della città di Partenope.

Tutto è raccontato dalla voce reale dei napoletani che ci mettono la faccia, il dolore e l’allegria, con la velocità e l’immediatezza di una scrittura giornalistica che trasforma la cronaca in racconto.

In “La Pelle di Napoli” Pietro Treccagnoli scrive: “Oltre l’oleografia e gli stereotipi, Napoli è tutt’uno con i napoletani. Mai città si è tanto identificata con il proprio popolo. Non c’è solo la bellezza di un paesaggio fatale, dove predomina l’azzurro del cielo e del mare e la potenza assassina del Vesuvio, non c’è solo un reticolo di strade e di vicoli dove la Storia non ha mai dato tregua per oltre duemila anni, non c’è solo una tradizione culturale fatta di musica e di pizza, di ragù e di caffè, non c’è solo la camorra che stringe ampie parti della città come un cappio alla gola. C’è tutto questo e ci sono i napoletani“.

Sono viaggi nella Napoli che neanche chi è sempre vissuto a Napoli conosce e nella Napoli che tutti credono di conoscere ma che nasconde segreti millenari”.