“La mafia uccide solo d’estate” Pif in memoria di Marcello Torre

di Anna Copertino

Reduce del Premio del Pubblico al Torino Film Festival 2013, Pierfrancesco Diliberto meglio noto come  Pif, mercoledì 11 dicembre alle ore 21, sarà al Cinema Multisala Modernissimo di Napoli,  per la proiezione del suo primo film “La mafia uccide solo d’estate”.
Sponsor ufficiale dell’evento Libera Campania, che ricorderà con una cerimonia commemorativa, la Vittima Innocente  Marcello Torre, avvocato penalista e sindaco, ucciso a Pagani nel 1980 dalla camorra Cutoliana, a cinque mesi dalla sua elezione a sindaco, per non essersi piegato all’accordo di una politica collusa con la camorra degli appalti per ricostruzione del dopo terremoto.
Marcello Torre trovò la morte ad attenderlo alle 7 di mattina dell’undici dicembre, mentre era all’interno della sua auto e stava recandosi al lavoro con un suo collaboratore, che resto ferito.
Tre gli uomini a sparare.
Venne trucidato con colpi di lupara e pistola all’uscita della sua abitazione, per la sua onestà e la sua rettitudine.
Aveva solo 48anni.
La prima ad accorrere dal padre, udendo gli spari fu la figlia Annamaria, all’epoca 15enne.
Ai figli Annamaria e Giuseppe, che Lui chiamava affettuosamente Peppino,  ed all’amata moglie Lucia,  Marcello Torre, lasciò una lettera/testamento scritta mesi prima, data in custodia ad un suo amico fidato.
Sapeva che l’avrebbero ucciso, ma questo non gli impedì di denunciare affinché prendesse corpo il suo desiderio:sogno una Pagani civile e libera, ponete a disposizione degli inquirenti tutto il mio studio, non ho nulla da nascondere. Siate sempre degni del mio sacrificio e del mio impegno civile”  come scrisse ai suoi cari nella lettera.
Al termine della proiezione del film, Pif regista, sceneggiatore ed interprete del film, aprirà un dibattimento con il pubblico napoletano e con Lucia De Palma, vedova del compianto sindaco di Pagani e la figlia Annamaria Torre,  referente di Libera Memoria e presidente, con la madre, dell’associazione “Marcello Torre”.
Tra gli eventi del 10 e 11 dicembre organizzati per commemorarlo, il Premio Nazionale per l’Impegno Civile, “Marcello Torre” 2013 che verrà assegnato al Comune di Lampedusa ed alla giornalista Lucia Annunziata, durante la manifestazione Ufficiale che si terrà mercoledì 11 dicembre preso l’Aula Magna del Liceo Scientifico”Bartolomeo Mangino ” a Pagani, alla presenza del Presidente Nazionale Antimafia Franco Roberti, di Don Luigi Ciotti, Presidente di Libera, l’on. Rosy Bindi, Nando Dalla Chiesa, Presidente Onorario Libera e di Alberto Vannucci, docente di Scienze Politiche e Leonardo Ferrante di “Riparte il Futuro” .
A 33 anni dall’assassino di Marcello Torre, vittima innocente della camorra, Lucia ed Annamaria ed i nipoti Marcella e Goffredo, attendono ancora che sia fatta giustizia. 
Per la sua uccisione è stato dato l’ergastolo a Raffaele Cutolo come mandante, ma i tre che quella mattina uccisero un padre buono, un uomo onesto, ancora non hanno un volto ed un nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *