La Cassa Armonica riavrà i suoi vetri bicolori

La Cassa Armonica riavrà i suoi vetri bicolori

Dopo le proteste, i vetri trasparenti della cassa armonica saranno smontati e i lavori proseguiranno sulla direttiva di una serie di documenti d’epoca.

La Cassa Armonica della Villa Comunale di Napoli tornerà ad avere la sua corolla verde e gialla.

Le operazioni sono incominciate qualche giorno fa.

I vetri trasparenti del monumento Liberty saranno smontati e i lavori proseguiranno sulla direttiva di una soluzione studiata dalla Soprintendenza ai Beni architettonici che ha preso come riferimento una serie di documenti d’epoca.

Dopo le proteste dei cittadini la Cassa Armonica tornerà dunque ad avere i suoi colori originali.

La Cassa Armonica: dal 1878 a oggi

La corolla, già restaurata nel 1989, della Cassa Armonica venne smontata durante il periodo dell’America’s cup perché considerata pericolante.

I lavori per il recupero di questo gioiello del LIberty sono inziati nel settembre 2015, a cantieri aperti. I cittadini hanno così potuto venire a conoscenza dell’andamento dei lavori e hanno saputo dell’intenzione di usare per la corolla lastre in policarbonato neutro.

Diversi comitati civici si sono battuti per la Cassa armonica, sostenendo che il restauro dell’opera non sarebbe stato fedele all’originale di Alvino del 1878, e chiedendo esplicitamente l’utilizzo di vetri bicolori, oltretutto più adatti a diffondere la musica rispetto al policarbonato.

Il soprintendente Luciano Garella ha dichiarato: “I nostri validissimi architetti hanno studiato i documenti d’epoca, in particolare un articolo che riferiva dell’inaugurazione della Cassa Armonica in cui era perfettamente indicata la policromia. E il progetto si atterrà a questo“.

 L’assessore Piscopo ha aggiunto: “La Soprintendenza ha comunque sempre detto che le campionature finali sarebbero state decise in sede di cantiere e ha valutato di ricostruire l’immagine che tutti conosciamo della Cassa Armonica“.