La Carpisa Yamamay Acquachiara pareggia i conti e si va alla “bella” (VIDEO)

L’appello di Franco Porzio alla vigilia viene rispettato alla lettera.

“Se in vasca ci fossi io, darei tutto quello che ho dal primo all’ultimo minuto, per uscire a testa alta, indipendentemente dal risultato”. Aveva chiesto una prova d’orgoglio, un’inversione di tendenza, pungolando a dovere i suoi atleti, feriti nel morale, nel tentativo di cancellare subito gara 1. Franco Porzio, presidente onorario della Carpisa Yamamay Acquachiara, riesce nell’intento di imprimere la scossa ai biancazzurri, che alla Scandone seguono alla lettera l’invito del patron. Risponde con fierezza la formazione di Paolo De Crescenzo, che pareggia i conti e si va alla “bella”. Posillipo battuto 11 – 10 e discorso semifinale play off rinviato all’indomani (domenica 26 aprile).

A parti invertite. Stesso risultato della finale di Euro Cup in favore però di Perez e compagni. Trovata la quadratura del cerchio, i biancazzurri partono forte (5-3) e conservano il +2 della prima frazione fino all’intervallo lungo. Marco Ferrone festeggia il suo onomastico nel migliore dei modi: la calottina 8 griffa la rete dell’ 8-5, quella del massimo vantaggio (+3) in superiorità numerica. Il ritorno veemente dei rossoverdi azzera il passivo con le reti in sequenza di Renzuto, capitan Gallo su rigore e Radovic. Petkovic firma il 9-8, rete che peserà nel computo finale.

Quarto tempo momento della verità. Saccoia, già autore del 2-2 e del 6-5, si scatena. Il vice capitano di Mergellina scocca la freccia che va a bersaglio: 9-9 sul tabellone e match riaperto. Il centrovasca di Dubrovnik non è da meno e Radovic allunga per il 9-10, realizzando il primo vantaggio della partita. Marziali e Lanzoni a 1’40” dalla sirena scrivono un inatteso finale. La Carpisa Yamamay Acquachiara esulta in modo liberatorio nella ricorrenza del 25 aprile.

Carpisa Yamamay Acquachiara – CN Posillipo 11 – 10 (5-3; 2-2; 2-3; 2-2)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Caprani, Perez 1, Rossi, Paskvalin, Marziali 3, Petkovic  3, Lanzoni 1, Ferrone 1, Luongo S., Valentino 1, Astarita, Gitto M. 1, Lamoglia. All. De Crescenzo.
Posillipo: Caruso, Dolce 1, Briganti, Foglio, Klikovac, Radovic 2, Renzuto 2, Gallo 2 (1 rig.), Russo, Bertoli, Mandolini, Saccoia 3, Negri. All. Occhiello.
Arbitri: Rovida e Savarese
Superiorità numeriche: Acquachiara 7/13, Posillipo 4/11.
Note: usciti per limiti di falli Rossi, Paskvalin e Gitto (A), Foglio e Bertoli (P)