La Balconata Furitana: arte, cultura e spettacolo

La Balconata Furitana: arte, cultura e spettacolo

La Balconata Furitana, un progetto che porta all’incontro tra arte, cultura, spettacoli, enogastronomia e solidarietà. Questa mattina la presentazione

Avrà inizio nel mese di marzo e durerà fino a dicembre la Balconata Furitana: una kermesse che unirà, nello splendido e caratteristico borgo di Furore, arte, cultura, spettacoli, enogastronomia e solidarietà. La conferenza stampa, per la presentazione del progetto, si è tenuta ieri mattina, 27 febbraio alle ore 10.30 presso  il caffè Gambrinus, in piazza del Plebiscito, a Napoli dove sono stati presenti Simone Pedrelli Carpi, amministratore unico di Furoré, società di promozione e di sviluppo del turismo culturale e dei beni culturali, il sindaco di Furore, Raffaele Ferraioli, i produttori che hanno aderito al progetto e gli artisti che parteciperanno a La Balconata Furitana. Saranno presenti anche i consulenti Nicola MuccilloGino Aveta ed Elio Lupi e tutto lo staff de La Balconata Furitana.

La Balconata Furitana, come prendervi parte

Per partecipare al progetto, è necessario sottoscrivere una card che permette di partecipare a tutti gli eventi e gli spettacoli e le degustazioni. La Balconata Furitana unisce il desiderio di valorizzare le bellezze artistiche e culturali di Furore, a quei percorsi turistici ed enogastronomici di altissima qualità. Ai microfoni di RoadTv Italia: Simone Pedrelli Carpi ideatore del progetto balconata furitana, il sindaco di furore Raffaele Ferraioli e Nicola Muccillo consulente di Balconata Furitana.