L’ ulivo per Gianluca Cimminiello.

di Anna Copertino
Il 24 marzo 2012, nel rione Berlingieri di Napoli, , quartiere che ha visto crescere Gianluca Cimminiello, sono stati benedetti, la targa e l’ ulivo in sua memoria. Presenti la famiglia Cimminiello, il giornalista ed amico Nino Pannella, l’assessore Narducci in rappresentanza del Comune di Napoli, l’ onorevole Angelo Marino vice presidente dell’anticamorra, i rappresentanti della VII municipalità, che tanto, ha contribuito alla realizzazione dell’ aiuola dedicata a Gianluca.
Vicini, come sempre, le famiglie delle altre vittime, le famiglie Scherillo, Romano’, Montanino ed il Coordinatore regionale del Comitato delle vittime Antonio D’Amore.
La cerimonia si svolta in un clima di grande emozione, che ha permesso di ricordare serenamente Gianluca, ma soprattutto ha fatto si che, ancora una volta, si comprendesse, quanto sia importante, alimentare la memoria, per chi e’ stato ucciso solo per mera violenza, e per contrastare e combattere la camorra.
La sorella Susy, portavoce della famiglia Cimminiello, ha consegnato le targhe di ringraziamento per le persone e le forze dell’ordine, che, con affetto gli sono stati vicini durante le indagini ed il processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *